HISTORIA MILITARIS ROMAE    

EQUORVM ORNAMENTA

A dimostrazione del loro status di nobili o comunque di possessori di un ricco bene qual era un cavallo, i soldati appartenenti alla cavalleria, usavano arricchire i finimenti degli animali con phalerae di bronzo o argento (i modelli più grandi usati anche come separatori delle cinghie), pendagli di innumerevoli fatture, ricchi amuleti a forma di lunula o di phallus, fibbie lavorate e decorate nelle più svariate forme, misure e metalli, bordi, anelli e applique, sia per conferire a cavallo e cavaliere un’aria più imponente, sia con un intento apotropaico.
In alcuni casi, per l’attribuzione al settore della cavalleria, la cautela è comunque d’obbligo.

Particolare delle decorazioni della bardatura di un cavallo.
Dai rilievi della Colonna Traiana.
instrvmenta equorum ornatus45s
(Cortesia Museo della Civiltà Romana - Roma)

Ricostruzione grafica di un cavallo con bardatura completa e ornamenti.
instrvmenta equorum ornatus01s
(Dal libro “Ad Arma!”)

Ipotesi ricostruttiva con reperti originali del posizionamento di decorazioni, cinghie, ed equipaggiamento vario su un cavallo adibito ad uso militare.
instrvmenta equorum ornatus02s
(Cortesia National Museum of Scotland - Edinburgh-GB)

Sistema di posizionamenti alcuni pendenti apotropaici sulle finiture di un cavallo, nell’esposizione museale di Kalkriese (Germania), luogo del rinvenimento dei reperti illustrati.
instrvmenta equorum ornatus03s
(Cortesia Museum und Park Kalkriese - Bramsche-Kalkriese-D)

Magnifico balteo da cavallo in argento con scena di battaglia. Probabilmente un elemento da utilizzare in parata.
instrvmenta equorum ornatus04s
(Su concessione della Regione autonoma Valle d'Aosta - Archivi fotografici
Soprintendenza per i beni e le attività culturali. Foto René Monjoie)

Guarnizione a disco (diametro cm 7,4), probabilmente per il balteus posto sul petto del cavallo, riportante la protome di un cavallo alato, proveniente da Bonn (Germania).
instrvmenta equorum ornatus05s
(Rheinisches Landesmuseum - Bonn-D. Dal volume “Traiano-Ai confini dell’Impero”-Casa Editrice Electa)

Pendagli da finimenti del cavallo, in bronzo, i cui rinvenimenti più frequenti sono pertinenti la zona danubiana. Il primo proviene comunque dall’accampamento legionario di Bonn (Germania) e misura cm. 12 x 10,5, il secondo dai Balcani.
instrvmenta equorum ornatus06s
(Rheinisches Landesmuseum - Bonn-D. Dal volume “Traiano-Ai confini dell’Impero”-Casa Editrice Electa)
instrvmenta equorum ornatus07s

(Collezione privata)

Pendaglio con ricca incisione, raffigurante l’imperatore accanto ad un altare sacrificale e alla personificazione di una provincia. Databile al 200-250 d.C.
instrvmenta equorum ornatus08s
(Cortesia Römisch-Germanisches Zentralmuseum - Mainz-D)

Ai finimenti dei cavalli, molto spesso venivano agganciati amuleti, pendenti a forma di fallo, di lunula o di cuore (di cui riportiamo qualche esempio nella sezione amuleta). Alcuni di essi erano parte integrante dei pettorali da cavallo, altre volte questi amuleti sono spesso indistinguibili da quelli portati dai soldati.

Pettorale da cavallo, in bronzo, databile tra il II e il III secolo d.C. La parte centrale lunata porta incisa Ercole e Mercurio tra vari motivi allegorici e floreali.
instrvmenta equorum ornatus09s
(Cortesia www.freemanandsear.com)

Altri modelli dal castrum di Aalen, base di un reparto di cavalleria.
instrvmenta equorum ornatus10sinstrvmenta equorum ornatus11s
(Cortesia Limesmuseum Aalen - Aalen-D)

Tre esemplari di bronzo della medesima tipologia a foglia, alti rispettivamente
cm 6,6 - 7,2 - 6,3, provenienti dal campo militare di Vindonissa (Brugg-Svizzera).
instrvmenta equorum ornatus12sinstrvmenta equorum ornatus13s
instrvmenta equorum ornatus14s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Altri reperti dal medesimo contesto archeologico dei precedenti, con le più svariate forme: a lunula, ad anfora, a fallo, a cuore, a disco.
instrvmenta equorum ornatus15sinstrvmenta equorum ornatus16s
instrvmenta equorum ornatus17sinstrvmenta equorum ornatus18s
instrvmenta equorum ornatus19sinstrvmenta equorum ornatus20s
instrvmenta equorum ornatus21sinstrvmenta equorum ornatus22s
instrvmenta equorum ornatus23s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Bella collezione di pendenti per bardatura di cavallo, in cui si notano raffigurazioni di tori,
falli, lunule, anche in combinazione tra loro; databili tra il I e il II secolo d.C.).
instrvmenta equorum ornatus47s
(Cortesia Museo Civico Archeologico Bologna-IT)


Altro reperto a foglia, che presenta ancora tracce di argentatura.
instrvmenta equorum ornatus24s
(Cortesia Römerstadt Augusta Raurica - Augst-CH)

Elementi decorativi in bronzo argentato e lavorazione a niello; dal forte romano di
Trimontium (Newstead-Scozia), e databili tra l'80 e il 100 d.C.
instrvmenta equorum ornatus46s
(Cortesia National Museum of Scotland - Edinburgh-GB)


Bel reperto di terminale di cinghia, alto cm 6,6 in bronzo argentato.
instrvmenta equorum ornatus25s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Reperto di tipologia simile a quello sopra, visto anche nella parte posteriore
e di fianco per apprezzarne la tipologia costruttiva.
instrvmenta equorum ornatus26s
instrvmenta equorum ornatus27s
instrvmenta equorum ornatus28s
(Cortesia Römerstadt Augusta Raurica - Augst-CH)

Pendente con testa di toro e occhi in vetro nero, fallo e mano chiusa ai lati.
instrvmenta equorum ornatus29s
(Cortesia Römerstadt Augusta Raurica - Augst-CH)

A sinistra pendente con testina femminile; a destra pendente con aquila e decorazioni in pasta vitrea.
instrvmenta equorum ornatus30sinstrvmenta equorum ornatus31s
(Cortesia Römerstadt Augusta Raurica - Augst-CH)

Pendente a forma di lunula (da sinistra a destra sono rappresentati reperti di confronto da Haltern, Windisch e Kalkriese) proveniente da Sremska Mitrovica (Serbia), largo cm 5,5.
instrvmenta equorum ornatus32s
(Cortesia www.rom-museum.de)

Ciondoli a forma di cuore, prima metà del I secolo d.C., bronzo, lunghezza del pendente di destra cm 10; provenienza Balcani.
instrvmenta equorum ornatus33s

Lunghezza del ciondolo in alto a destra 4,7 cm; provenienza Balcani.
instrvmenta equorum ornatus34s
(Cortesia www.rom-museum.de)

Altre tipologie di ciondoli per bardature di cavallo.
instrvmenta equorum ornatus35s
instrvmenta equorum ornatus36s
(Cortesia Römisch-Germanisches Zentralmuseum - Mainz-D)

Piccola decorazione di bronzo a forma di aquila.
instrvmenta equorum ornatus37s
(Cortesia Römerstadt Augusta Raurica - Augst-CH)

Pendente traforato e decorato con due pantere; altezza cm 11,5.
Databile al I-II secolo d.C.
instrvmenta equorum ornatus38s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers – Munich-D)

Disco decorativo per finimenti da cavallo, in bronzo, con parti argentate; diametro cm 4,3, databile al III secolo d.C.
instrvmenta equorum ornatus39s
(Cortesia www.gilliscoins.com)

Reperti databili al II-II secolo d.C.
instrvmenta equorum ornatus40sinstrvmenta equorum ornatus41s
(Cortesia Römisch-Germanisches Zentralmuseum - Mainz-D)

Altre tipologie di decorazioni delle bardature del cavallo. Molto leggere, questo tipo di decorazione veniva posizionato su lunghe strisce di stoffa o cuoio, verticali, a fianco della gamba del cavaliere.

Decorazione traforata.
instrvmenta equorum ornatus42s
(Cortesia Römerstadt Augusta Raurica - Augst-CH)

Serie di decorazioni traforate da applicare in sequenza sulla striscia di stoffa o pelle.
instrvmenta equorum ornatus43s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Decorazioni a placche.
instrvmenta equorum ornatus44s
(Cortesia National Museum of Scotland - Edinburgh-GB)
























Copyright © 2005-2016. Estrela s.a.s. - All Rights Reserved.