HISTORIA MILITARIS ROMAE    

PUGIONES, GLADII et SPATHAE

La spada, l'oggetto che più di altri individua un guerriero antico, vede in epoca arcaica svariate tipologie costruttive utilizzate dai guerrieri di Roma; non solo spade etrusche ma anche di influenza, tradizione costruttiva, convenzioni stilistiche, tipologia di combattimento dei vari popoli presenti nella penisola, ovviamente anche conformate con retaggi di epoche precedenti. Tutte queste armi hanno sempre avuto anche un valore fortemente simbolico, rappresentando lo status sociale del guerriero, colui che apparteneva ad un ceto sociale elevato e fra i romani repubblicani era colui che era possidente e quindi aveva la motivazione a difendere la proprietà, a differenza dei proletari. Fu poi la rivoluzione di Caio Mario, con l'apertura delle porte dell'esercito ai nullatenenti, e l'istituzione di un esercito di professionisti, che cambiò tale concetto fra i romani: l'arma, da status simbol di forza e potere del suo possessore, divenne simbolo della forza di Roma.
Intorno al III secolo a.C. i soldati romani sembra si dotassero di un gladio definito hispaniensis da Polibio, (arma adatta a colpire sia di punta che di taglio) simile, nella catalogazione moderna, al cosiddetto gladio Mainz (I secolo a.C.). L'evoluzione dei gladi si concretizza successivamente con un'arma meno massiccia dei precedenti modelli, denominato gladio Pompei (I secolo d.C.). Successive tipologie di spade, sempre ispirate da mutate esigenze belliche (a piedi piuttosto che a cavallo o da cambi di tecniche di combattimento), e da influenze di altri popoli, portarono all'allungamento delle spade (spathae) intorno al II secolo d.C.
Anche in epoca imperiale altre armi da taglio accompagnavano i soldati di Roma, quali i pugiones (II sec. a.C.-III sec. d.C.), uno dei simboli tipici del soldato romano, e altre varie tipologie di coltelli e daghe di vario utilizzo.

Pugiones
Particolare della stele funebre di Publius Flavoleius Cordus, di Modena, milite della Legio XIV Gemina -
Landesmuseum Mainz - D

Copyright © 2005-2016. Estrela s.a.s. - All Rights Reserved.