HISTORIA MILITARIS ROMAE    

COHORTES A - B

II Aegyptiorum A Valle Diocletiana in Foenicia, IV-V secolo. Esercito d’Oriente
I Aelia Athoitorum et Berecynthorum Costituita probabilmente da Adriano. Unità originata da una fusione, oppure questa avvenne in seguito con una coorte Berecyntorum. A Cabyle in Moesia Inferior dal regno di Alessandro Severo. 
I Aelia Brittonum milliaria Antoninianaa

Costituita probabilmente da Adriano. In Noricum (Favianis) alla fine del II secolo d.C., aggregata alla Legio II Italica. Esiste ancora all’epoca di Costantino. Suoi soldati sono Singularis presso i Consoli Pio e Pontiano. Tribuni: Titus Appalius Alfinus Secundus; (CIL III, 04812)

a sotto Caracalla o Eliogabalo.

I Aelia Caesariensis
Sagittaria milliaria
Costituita probabilmente da Adriano. In Pannonia Superior sotto il regno di Adriano (133).
I Aelia Classica quingenaria Costituita da Adriano per la difesa delle coste della Cumbria, formata tutta –o in parte- da fanteria imbarcata. In Britannia sotto l’impero di Antonino Pio (146). A Tunnocellum sul vallo Adrianeo nel IV-V secolo. Prefetti: Lucius Volusius Maecianus a metà del II secolo circa;
I Aelia Dacorum milliaria

Antoninianaa Gordianab Postumianac Tetricianorumd  Probianae Augustaf

Costituita da Adriano. A Fanum Cocidii in Britannia sotto Adriano. Una vexillatio costruisce una sezione del vallo Adrianeo nei pressi di Condercum. A Bremenium? In Britannia sotto Antonino Pio. A Camboglanna (Brit) dall’inizio del III secolo, d’ove nel 205/207 costruisce il granaio insieme alla cohors I Thracum C R. A Camboglanna sul Vallo di Adriano nel IV-V secolo. Tribuni: Ammonius Victorinus; Domitius Honoratus; Iulius Saturninus; Funisulanus Vettonianus; Aurelius Faustus; Terentius Valerianus; Aurelius Iulianus nel 205/207; Marcus Claudius Menander nel 219; Tiberius Proculus Cornelianus; Flavius Maximianus sotto Massimino; Statius Longinus; Probius Augendus e Marcius Gallicus sotto Postumo; Pomponius Desideratus sotto Tetrico; Aurelius Verinus sotto Probo;

E’ testimoniato il comando di un centurio - probabilmente per una vexillatio - della Legio II Augusta (RIB 1880). (RIB 1909)

a Sotto Caracalla o Elagabalo. b Sotto i Gordiani 238-244. c Sotto Postumo 260-268 (”impero gallico”). 
d Sotto Tetrico 271-274 (”impero gallico”). e Sotto Probo 276-282. f (RIB 1877).

? Aelia Expedita milliaria ?
I Aelia Gaesatorum (Caesatorum) milliaria Gordianaa

Costituita probabilmente da Adriano. In Pannonia Superior e in Dacia Porolissensis sotto il regno di Adriano, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Porolissensis e in Pannonia Superior sotto l’impero di Antonino Pio. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica. In Dacia Porolissensis durante il regno di Marco Aurelio.

a sotto i Gordiani, 238-244.

I Aelia Gallorum quingenaria Costituita probabilmente da Adriano. In Pannonia? Moesia? Dacia? Prefetti: Candidius Patruinus; (CIL III, 07648)

I Aelia* Hispanorum milliaria** equitata

Antoninianaa
Severiana alexandriana
b

 

Costituita come unità quingenaria. In Hispania all’inizio del I secolo d.C., forse aggregata alla Legio X Gemina. In Mauretania Tingitana (40 d.C.) al seguito della Legio X Gemina. In Britannia 71 d.C., forse aggregata alla Legio II Adiutrix. In Arabia Petraea nel 107 aggregata alla Legio VI Ferrata. Ad Alauna Carvetiorum (Brit) dal 122, **intorno al 130 diventa milliaria. A Castra Exploratorum (Brit) dal regno di Antonino Pio al III secolo. Sotto Antonino Pio prende parte alla conquista della Caledonia insieme alle Legioni II Augusta e XX Valeria *ricevendo il titolo onorifico di “Aelia”. In questo periodo è attestata in un’iscrizione ad Alauna Venicorum (Caledonia). Sotto il regno di Alessandro Severo porta a termine la costruzione della sua basilica Exercitatoria equestre e riedifica un tempio crollato a Castra Exploratorum? Ad Uxellodunum sul Vallo Adrianeo insieme all’Ala Petriana, IV-V secolo. Tribuni: Caius Caballius Priscus in Britannia; Marcus Maenius Agrippa in Britannia; Marcus Aurelius Salvius sotto Alessandro Severo; (RIB 0978 / 0979)

a sotto Caracalla o Eliogabalo. b sotto Alessandro Severo 222-235.

I Aelia milliaria Sagittaria equitata Antoninianaa

Reclutata in Syria da Adriano. In Pannonia Superior (Cannabiaca) sotto i regni di Adriano, Antonino Pio e Marco Aurelio. Tribuni: Caius Iulius Longinus sotto Marco Aurelio e L. Vero; Flavinus...;

a sotto Caracalla o Elagabalo. (AE 1992, 1439-1442) 

I Aelia Singularium Unità d’elite di provenienza pannonica costituita da Adriano o da Antonino Pio. Ad Auzia in Mauretania Caesariensis. Praepositi: Quintus Gargilius Martiale;

I Afrorum equitata

Civium Romanorum

In Britannia sotto il regno di Adriano.
I Agentenaria A Tarba in Palestina, IV-V secolo. Esercito d’Oriente
IX Alamannorum A Burgo Severi in Tebaide nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente
I Alpinorum (Alpina) milliaria equitata Antoninianaa
Galliana Volusiana
b

In Illyricum sotto il regno di Nerone (60). In Pannonia Inferior (Lussonium / Sirmium) sotto i regni di Vespasiano, Tito (80), Domiziano e Traiano (114). E’ attestata la presenza di una I Alpinorum in Britannia sotto Traiano (101-103) e Adriano (122-125). Combatte le guerre Daciche di Traiano, nelle quali il suo Prefetto Marcus Vettius Latronis è decorato con corona murale, asta pura e vessillo d’argento. In Dacia Superior sotto Antonino Pio (144). In Dacia Porolissensis a metà del II secolo, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Pannonia Inferior (Matrica / Vetus Salina / Sirmium) sotto il regno di Antonino Pio (160). In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica. In Dacia Superior sotto il regno di Marco Aurelio e Commodo. In Dacia sotto Caracalla. Contribuisce alla ricostruzione della basilica exercitatoria dell’Ala Campagonum sotto Caracalla. Prefetti (da quingenaria?): Publius Clodius Severus; Titius Modestus nel 160; Iulius Terentianus sotto Caracalla; Tribuni: Aurelius Iulianus; (AE 1939, 0081b) (AE 1977, 0705)

a sotto Caracalla o Eliogabalo 211-222 d.C. b sotto Treboniano Gallo e Volusiano 251-253 d.C.

I Alpinorum peditata In Pannonia Inferior a Sirmium dal 60 d.C. al 102. In Moesia Superior dal 103 al 107. In Pannonia Inferior (Lussonium / Sirmium) sotto i regni di Traiano (110), Adriano, Antonino Pio, Marco Aurelio e nel III secolo. Prefetti: ...Castinus sotto Settimio Severo;
II Alpinorum (Alpina)
quingenaria equitata
In Illyricum sotto il regno di Nerone (60). In Germania? In Pannonia Inferior (Mursa) sotto i regni di Domiziano (84) e Traiano (110). In Pannonia Superior (Ad Flexum) sotto i regni di Adriano, Antonino Pio e Marco Aurelio. Sotto Commodo costruisce un tempio dalle fondamenta, e sotto Alessandro Severo ne ricostruisce un altro crollato per vetustà. Prefetti: Aulus Plautius Bassianus; Claudius Claudianus; Marcus Longinius Longus sotto Antonino Pio;

(AE 1982, 0798 / 0799)

III Alpinorum quingenaria equitata Antoninianaa In Delmatia sotto il regno di Domiziano (93). In Pannonia (Burgenae) alla fine del I secolo e nel II secolo. A Quadrata in Pannonia nel III secolo. A Sisciae in Pannonia nel IV-V secolo. Esercito d’Occidente. Prefetti: Aurelius Proculus; Caius Vibius Maximus nel 93; Tiberius Claudius Subatianus Proculus sotto i Severi?;

a sotto Caracalla o Eliogabalo 211-222 d.C.

III Alpinorum Ad Arnona in Arabia nel IV e V secolo. Esercito d’Oriente
III Alpinorum Dardanorum In Pannonia nel IV e V secolo. (AE 1950, 0075b)
Antistiana praetoria Il nome potrebbe derivare da un personaggio di nome Antistianus o dalla città di Antistiana nell’Hispania Citerior. “Q(uintus) Caecilius Q(uinti) f(ilius) Pap(iria) / Varica cohortis Antistianae / praetoriae / T(itus) Caecilius Q(uinti) f(ilius) Pap(iria) Calventius / Caecilia T(iti) l(iberta) Urbana h(ic) s(iti) s(unt) ”
(AE 1993, 0915)
I Antiochensium quingenaria Sagittariorum Reclutata in Syria poco prima del 70 d.C. Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70 d.C. In Moesia (71), aggregata alla Legio V Macedonica. In Moesia Superior sotto i regni di Domiziano, Traiano e Antonino Pio. Prefetti: Marcus Calpurnius Sabinus sotto Traiano; Marcus Aemilius Bassus sotto Adriano;
I Apamenorum (Apamena) Sagittariorum quingenaria equitata In Syria sotto Traiano. In Cappadocia nella prima metà del II secolo. In Aegyptus dal 144 d.C., aggregata alla Legio II Traiana. In Aegyptus sotto l’impero di Antonino Pio e di Commodo. A Silili in Tebaide nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente. Prefetti: Marcus Valerius Lollianus sotto Traiano; Publius Valerius Priscus Urcitanus in Cappadocia; C. Nasennius Mercellus sotto Marco Aurelio;

Apuleia (Apula)a quingenaria

Civium Romanorum

In Aegyptus sotto Tiberio. In Cappadocia sotto Adriano, nel 134 d.C. combatte contro gli Alani aggregata alle Legioni XII Fulminata e XV Apollinaris. A Ysiporto in Armenia nel IV e V secolo. Esercito d’Oriente. Prefetti: Caius Fabricius Tuscus sotto Tiberio;

a sotto Tiberio (AE 1973, 0501).

I Aquitanorum quingenaria In Britannia (Brocolitia) sotto il regno d’Adriano (122). A Branodunum (Brit). In Britannia nei dintorni di Bakewell e a Navio una vexillatio sotto Antonino Pio (158). Campagna bellica di Settimio Severo. E’ probabile che questa coorte sia la I Aquitanorum Biturigum. Prefetti: Capitonius Priscus (158);
I Aquitanorum (Aquetanorum) veteranaa quingenaria equitata In Germania Superior (70 d.C.) aggregata alla Legio VIII Augusta. In Germania Superior (Stockstadt) sotto i regni di Vespasiano (74), Domiziano, Traiano e Adriano (134). E’ attestata anche in Moesia sotto il regno di Domiziano (82). Una parte dell’unità è trasferita nelle Alpes Poeninae alla metà del II secolo. Prefetti: Marcus Valerius Speratus; Quintus Sittius Caecilianus; Lucius Caecilius Caecilianus in Germania; Titus Fabius Liberalis in Germania; Iulius Rufus Papirianus in Germania; Marcus Arrecinus Gemellus e Marcus Gennius Carfinianus nell’ 82;

a riceve probabilmente il titolo di veterana dopo la costituzione della coorte omonima (I Aquitanorum Biturigum?).

II Aquitanorum
quingenaria equitata
Civium Romanorum
In Moesia sotto il regno di Domiziano (82), nello stesso anno è attestata anche in Germania Superior. In Germania Superior nel 90. In Raetia (Ehingen-Dambach) sotto i regni di Traiano, Adriano, Antonino Pio e Marco Aurelio (170), aggregata alla Legio III Italica. Prefetti: Iulius... sotto Marco Aurelio;
III Aquitanorum quingenaria equitata Civium Romanorum

Severianaa Philippianab

In Sardinia (Oschiri) nei primi decenni del I secolo dC. In Germania Superior ad Osterburken sul limes dall’inizio degli anni 60 al II secolo. E’ attestata in Moesia sotto il regno di Domiziano (82). In Germania Superior (Stockstadt) sotto il regno di Domiziano (90), in Germania Superior (Neckarburken) sotto i regni di Traiano e Adriano. In Germania nella prima metà del III secolo. Prefetti: Publius Allius Proculus;

a sotto Settimio Severo. b sotto Filippo, 244-249.

IV Aquitanorum
quingenaria equitata
Civium Romanorum
In Germania Superior sotto i regni di Vespasiano (74), Domiziano, Traiano e Adriano. Anche in Moesia sotto il regno di Domiziano (82).Probabilmente in Germania sotto Marco Aurelio e Lucio Vero. In Pannonia(?), Moesia(?). Prefetti: Lucius Petronius Florentinus in Germania; Caius Tettius Secundus in Germania;
V Aquitanorum Non ci sono notizie o testimonianze epigrafiche riguardo quest’unità.
VI Aquitanorum Non ci sono notizie o testimonianze epigrafiche riguardo quest’unità
I Aquitanorum Biturigum In Germania Superior dal regno di Vespasiano (74) al regno di Adriano. E’ probabile che questa coorte abbia perduto il nome Biturigum, e sia la I Aquitanorum di stanza in Britannia dal regno d’Adriano.
L Arabum A Bethallaha in Mesopotamia nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente
I Aresacum quingenaria Probabilmente in Germania Inferior. Prefetti: ....Prisco; “[Se]c(undio?) Prisc[o] / [f]lamini / [s]acerdot(ali) Rom(ae) et / [A]ug(usti) mag(istro) q(uaestori) c(ivitatis) T(reverorum) / [pr]aef(ecto) coh(ortis) I Aresac(um) / [ “ (AE 1929, 0173 / Finke 322)
Ari....? Iscrizione della Moesia Inferior (Sucidava), IV secolo. (AE 1976, 0582j)
I Ascalonitanorum
Sagittaria equitata
Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70 d.C. *E’ forse una delle 20 coorti che partecipano ai grandi lavori d’ingegneria idraulica sull’Eufrate tra Samosata e Zeugma nel 73 e ai lavori di fortificazione d’Antiochia nel 75 sotto il governatorato di M. Ulpio Traiano, insieme a vexillationes delle Legiones III Gallica, IV Scythica, VI Ferrata e XVI Flavia. In Syria durante i regni di Domiziano e Antonino Pio. In Mesopotamia. Praepositi: Marcus Valerius Lollianus; *(AE 1983, 0927)
I Asturum (Asturia / Astyrum)
quingenaria equitata
Costituita probabilmente come unità peditata. In Noricum sotto il regno di Nerone. In Germania Superior sotto i regni di Vespasiano (74). In Noricum sotto Tito. In Germania Superior sotto Domiziano. In Germania Superior e in Noricum sotto l’impero di Traiano. In Noricum e in Germania Superior sotto il regno di Adriano. In Germania Superior (Mainhardt) e in Moesia Inferior alla metà del II secolo, aggregata alla Legio I Italica. In Noricum alla fine del II secolo, aggregata alla Legio II Italica. E’ attestata la sua presenza in Britannia (CIL VIII, 09047). Ad Aesica sul Vallo Adrianeo (Brit) nel IV-V secolo. Esercito d’Occidente. Prefetti: Valerius...sotto Traiano in Noricum; Iulius Festus sotto Adriano; Quintus Gargilius Martialis in Britannia; Marcus Mevius Capriolus; Caius Iulius Artemus in Germania;
II Asturum (Astorum)

quingenaria equitata

Pia Fidelis Domitianaa Severiana Alexandrianab

In Germania Inferior (Bodegraven) in epoca Flavia. A Bremia in Britannia alla fine del I secolo e nel II secolo (124). Un suo Prefetto Caio Giulio Caro, viene decorato con le corone aurea, murale e vallare ed asta pura durante una campagna(?) in Britannia. Ad Aesica sul vallo Adrianeo intorno al 225 d.C. d’ove ricostruisce i granai crollati. In Britannia Inferior nel III secolo. A Busiris in Aegyptus nel IV-V secolo, Esercito d’Oriente. Prefetti: Marcus Valerius Propinquis Grattius Cerealis sotto Tito; Quintus Baienus Blassianus; Caius Saturius Picentis; Aurelius Bassus;

a sotto Domiziano. b sotto Alessandro Severo 222-235.

III Asturum equitata?

Civium Romanorum

Domitianaa Pia Fidelisb

In Germania sotto il regno di Domiziano. In Mauretania Tingitana sotto i regni di Traiano (109), Adriano, Antonino Pio e Commodo. A Tabernas in Tingitania nel IV-V secolo. Esercito d’Occidente

a sotto Domiziano. b titoli assunti durante il regno di Antonino Pio, in seguito ai combattimenti contro i Baquati.

IV Asturum Non ci sono notizie o testimonianze epigrafiche riguardo quest’unità.
V Asturum quingenaria In Germania Inferior nel I secolo d.C. In Germania Inferior sono stimate 30 coorti sotto Tiberio, 13 coorti durante il II secolo e 15 nel III secolo. Prefetti: Caius Iulius Antullus;
VI Asturum E’ trasferita dalla Hispania, aggregata alla Legio VI Victrix, in Germania Inferior durante la rivolta Batava di Giulio Civile nel 70 d.C. Prefetti: Lucius Pompeius Faventinus.
I Asturum et Callaecorum (Aesturrum / Callaecia) Milliaria Civium Romanoruma Costituita come unità quingenaria. E’ il risultato della fusione con una coorte di Callaeci. In Mauretania Tingitana, costruisce la fortezza di Ain Schour sul limes di Volubilis intorno al 57 d.C. In Illyricum sotto il regno di Nerone (60). In Mauretania Tingitana sotto i regni di Traiano, Adriano, Antonino Pio e Commodo. In Germania Superior? Prefetti: Caius Vibius Salutaris; Nammius Maternus a Volubilis; Gaius Iulius Longinus; Publius Valerius Priscus Urcitanus in Mauretania; Prefetti: ...eneon; Tribuni: Lucius Dominius Dentonianus. a è attestato sotto Adriano. (AE 1891, 0115)
II Asturum et Callaecorum equitata E’ il risultato della fusione con una coorte di Callaeci. In Germania? In Pannonia sotto i regni di Vespasiano e Domiziano. In Pannonia Inferior (Ad Statuas / Rittium 145-160) sotto i regni di Traiano, Antonino Pio e Marco Aurelio. (AE 1996, 1257.)
I Augusta Belgica
catafractum quingenaria
In Pannonia Superior nel II secolo. Prefetti: Lucius Creperius Paulus.

“L(ucium) Creperium L(uci) f(ilium) Sergia Paulus praef(ectum) coh(ortis) I Aug(ustae) catafract(um) Belgica(?) tribunum militum leg(ionis) II adiutr(icis) piae / praefectum alae I Canne]/fatium proc(uratorem) Augusti argenta[riarum] / [P]annonicaru[m] / [3] NIC per Lucium Decimium Apronianum le[gat]um” (AE 1915, 0046)

I Augusta Canathenorum equitata In Arabia Petraea nel 107 aggregata alla Legio VI Ferrata. In Arabia Petraea nel II secolo.
I Augusta Cyrenaica quingenaria In Germania Superior. Forse aggregata alla Legio IV Macedonica in Germania Sup. prima del 70 d.C. Prefetti: Caius Antestius Severus nella prima metà del I secolo. (CIL XIII, 06812)
II Augusta Cyrenaica (Qyrenaica) equitata In Germania Superior sotto i regni di Vespasiano (74) e Domiziano. In Germania Superior (Butzbach-Hunneburg) tra l’ 85 e il 260 d.C.
III Augusta Cyrenaica sagittariorum quingenaria equitata In Numidia. In Syria dal 62 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica nella guerra contro i Parti. Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70 d.C. E’ forse una delle 20 coorti che partecipano ai grandi lavori d’ingegneria idraulica sull’Eufrate tra Samosata e Zeugma nel 73 e ai lavori di fortificazione d’Antiochia nel 75 sotto il governatorato di M. Ulpio Traiano, insieme a vexillationes delle Legiones III Gallica, IV Scythica, VI Ferrata e XVI Flavia. In Cappadocia sotto Adriano, nel 134 d.C. combatte contro gli Alani aggregata alle Legioni XII Fulminata e XV Apollinaris. In Cappadocia sotto Marco Aurelio e Lucio Vero. Prefetti: Caius Aelius Domitianus Gaurus nel 180 d.C. circa; Publilius Memoriale.
? Augusta Gallorum
Civium Romanorum
Non ci sono notizie o testimonianze epigrafiche riguardo quest’unità
II Augusta Dacorum milliaria equitata Pia Fidelis In Pannonia Inferior (Teutoburgium?).
I Augusta Ituraeorum quingenaria In Germania nel I secolo d.C. In Pannonia (Alta Ripa) sotto il regno di Vespasiano. In Pannonia e in Dacia sotto il regno di Traiano. In Dacia Superior sotto il regno di Antonino Pio. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica. In Dacia Superior durante l‘impero di Marco Aurelio e Commodo. Prefetti: Tito Statilio Tauro in Germania; Lucius Callidius Camidienus in Pannonia sotto Traiano; (questa coorte e la I Ituraeorum CR non sono la stessa unità)
I Augusta Ituraeorum sagittaria In Germania a Mogontiacum (?) nel I secolo. In Moesia all’inizio del I secolo d.C., in Syria (56/57 d.C.) aggregata alla Legio IV Scythica. Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70 d.C. In Syria durante il regno di Domiziano. E’ forse una delle 20 coorti che partecipano ai grandi lavori d’ingegneria idraulica sull’Eufrate tra Samosata e Zeugma nel 73 e ai lavori di fortificazione d’Antiochia nel 75 sotto il governatorato di M. Ulpio Traiano, insieme a vexillationes delle Legiones III Gallica, IV Scythica, VI Ferrata e XVI Flavia. In Dacia sotto il regno di Traiano. In Dacia Porolissensis a metà del II secolo, aggregata alla Legio XIII Gemina. (forse è la stessa unità descritta sopra)
I Augusta Nerviana Velox In Mauretania Caesarensis sotto il regno di Traiano (107).
I Augusta Nervia Pacensis Brittonum Milliaria In Dacia Porolissensis (159) e in Dacia Inferior sotto il regno di Antonino Pio.
II Augustaa Nervia Pacensis Brittonum milliaria

Pia Fidelis Antoninianab

Costituita sotto Traiano che la destina alla Pannonia Inferior. In Dacia Porolissensis sotto il regno di Antonino Pio (159). In Dacia Porolissensis a metà del II secolo, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica. In Dacia Porolissensis durante il regno di Marco Aurelio. Tribuni: Furius Felix;
a sotto Caracalla non compare (AE 1960, 0361 / AE 1977, 0708). b sotto Caracalla o Eliogabalo.
I Augusta Pannoniorum quingenaria equitata scutata
Civium Romanorum
Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70 d.C. E’ forse una delle 20 coorti che partecipano ai grandi lavori d’ingegneria idraulica sull’Eufrate tra Samosata e Zeugma nel 73 e ai lavori di fortificazione d’Antiochia nel 75 sotto il governatorato di M. Ulpio Traiano, insieme a vexillationes delle Legiones III Gallica, IV Scythica, VI Ferrata e XVI Flavia. In Syria durante il regno di Domiziano (88). In Numidia e in Syria (157) sotto Antonino Pio. In Aegyptus sotto il regno di Commodo. A Tohu in Aegiptus - Augustamnicae nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente. Prefetti: Lucius Claudius Honoratus (?) sotto Antonino Pio;
I Augusta Praetoria Lusitanorum quingenaria equitata E’ attestata in Britannia. In Syria nel 70-86 d.C. Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70, aggregata alla Legio X Fretensis, con essa conquista la fortezza di Machaerus (72) e partecipa all’assedio di Masada (73). In Aegyptus sotto l’impero di Traiano. In Aegyptus (A Contrapollonospolis nel 156, in un pridianum sono elencati diciotto soldati montati su dromedari) e in Moesia Superior durante il regno di Antonino Pio. In Moesia Superior sotto il regno di Marco Aurelio.
I Augusta Thracum quingenaria equitata

Civium Romanorum

Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70 d.C. E’ forse una delle 20 coorti che partecipano ai grandi lavori d’ingegneria idraulica sull’Eufrate tra Samosata e Zeugma nel 73 e ai lavori di fortificazione d’Antiochia nel 75 sotto il governatorato di M. Ulpio Traiano, insieme a vexillationes delle Legiones III Gallica, IV Scythica, VI Ferrata e XVI Flavia. In Syria durante il regno di Domiziano. In Pannonia all’inizio del II secolo. In Arabia Petraea nel 107 aggregata alla Legio VI Ferrata. In Arabia Petraea nel II secolo. In Pannonia Inferior durante l’impero di Marco Aurelio. Prefetti: Gemellus...; Avitius Rufus;
II Augusta Thracum quingenaria equitata In Pannonia all’inizio del II secolo. In Pannonia Inferior (Ad Militare) sotto i regni di Adriano (139), Antonino Pio e Marco Aurelio (167). In Pannonia Inferior (Ad Militare) nel III secolo. Prefetti: Titus Caesius Anthianus nel III secolo;
III Augusta Thracum quingenaria equitata Combatte probabilmente la guerra Giudaica nel 70 d.C. E’ forse una delle 20 coorti che partecipano ai grandi lavori d’ingegneria idraulica sull’Eufrate tra Samosata e Zeugma nel 73 e ai lavori di fortificazione d’Antiochia nel 75 sotto il governatorato di M. Ulpio Traiano, insieme a vexillationes delle Legiones III Gallica, IV Scythica, VI Ferrata e XVI Flavia. In Syria durante i regni di Domiziano e Antonino Pio. Combatte le guerre Parthica e Germano Sarmatica sotto Marco Aurelio, dopo le vittorie il suo Prefetto Lucio Iulio Grato è decorato al valore. Prefetti: Lucio Iulio Vehilio Iuliano;
? Augusta Thracum Sagittariorum Pia Fidelis ?
? Aul..? Potrebbe essere “Aulutrena”? Esiste un Numerus Aulutrenensis.

“Quinto Q(uinti) [f(ilio)] / cohort(is) Aul(?) |(centuria)] / M(arci) Decimi Lig(uris) / d(e) s(uo)”. (IANice 056)

I Aurelia Brittonum milliaria Antoninianaa In Pannonia(?), Moesia(?) durane il regno di Caracalla. Tutte le coorti “Aureliae” sono costituite o riorganizzate da Marco Aurelio per le guerre Sarmato-Marcomanniche.

a sotto Settimio Severo e Caracalla.

II Aurelia Dacorum In Pannonia Superior (Poetovio?).
I Aurelia* Dardanorum (milliaria equitata?) Antoniniana In Moesia Superior. In Pannonia Inferior (Cornacum) nel I, II e III secolo d.C.

*Dal regno di Marco Aurelio.

II Aurelia Dardanorum milliaria equitata Antoninianaa Gordianab

In Moesia Superior a Timacum Minus (198-242). Tribuni: Gaius Atrius Decoratus sotto i Severi; Praepositi: Aurelius Martianus;

a sotto Caracalla o Eliogabalo. b sotto Gordiano III 238-244.

I Aurelia(na) Surorum milliaria Antoniniana In Pannonia (Ulcisia Castra) nel II secolo. A Riamata in Moesiae Secunda - Thracia nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente
I Aurelia nova constituta milliaria equitata Antoniniana Severianaa

Civium Romanorum

“Imp(eratori) Cae(sari) L(ucio) Septe(mio!) / Sev(ero) Pert(inaci) Aug(usto) p(atri) p(atriae) Arab(ico) / Adiab(enico) imp(eratori) V co(n)s(uli) II tri(bunicia) / pote(state) II(I) pontifi(ci) maximo et / M(arco) Aur(elio) Antoni(no) Caes(ari) coh(ors) I / Aure(lia) Antoniniana nova Se(veriana) const(ituta) / Pisone et Iul(iano) co(n)s(ulibus)” ( RIU 03, 0840) (questa unità, la I Nova Surorum Antiochensis Sagittaria milliaria C R e la I Aurelia Surorum milliaria, probabilmente sono la stessa coorte) 

a sotto Settimio Severo e Caracalla.

II Aurelia nova milliaria equitata Antoninianaa

Civium Romanorum

In Pannonia(?), Moesia(?).

“Valetu/dinarium / coh(ortis) II Aur(eliae) / nov(ae) |(milliariae) equit(atae) c(ivium) R(omanorum) T(itus) Bebeni/us Iustus prae(fectus) / Imp(eratore) C[[ommodo]] / II et Vero II co(n)s(ulibus”

a sotto Caracalla.

I Ause(tanorum)? quingenaria In Hispania? Prefetti: Lucius Vibius Tuscus Aurelius Rufinus; (CIL II, 01181)
I Bosporiana milliaria In Pannonia Superior. Ad Arauraca in Armenia nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente (Si tratta forse della I Bosphoranorum milliaria)
I Baetasiorum (Betasiorum)quingenaria

Civium Romanorum

ob virtutem et fidem

Probabilmente a Mancunium (Brit) nel I secolo. Campagna in Caledonia con Agricola. In Britannia sotto Traiano. Sul vallo Antoniniano (Bar Hill) dal 139, coopera sul vallo con la cohors I Hamiorum (158). Ad Alauna (Brit) a metà del II secolo. Campagna di Settimio Severo contro i Caledoni nel 208-211, nella quale una sua vexillatio è comandata da Julius Candidus, centurione di un distaccamento della Legio I Italica. A Regulbio nel Canzio (Britannia) nel IV-V secolo. Prefetti: Titus Attius Tutor; Ulpius Titianus; Publicius Maternus;
II Baetasiorum Non ci sono testimonianze epigrafiche per quest’unità.
III Baetasiorum In Dacia Porolissensis metà II secolo, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica.
Baetica quingenaria Prefetti: Marcus Sempronius Fuscus; (CIL V, 05127)
V Baetica In Hispania. (AE 1994, 0913)
I Batavorum

milliaria equitata

Civium Romanoruma

Pia Fidelis Anto(ni)nianab

Costituita come unità quingenaria. Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia. Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano e in seguito saranno la punta di diamante della rivolta di Giulio Civile. Con Petilius Cerialis nel 70 contro i Briganti di Venutius. Combatte probabilmente la battaglia del Mons Graupius in Caledonia al comando di Agricola (alla battaglia parteciparono quattro unità Batave). Nell’86 segue la Legio II Adiutrix in Moesia Superior per la guerra Dacica. Combatte contro i Sarmati nel 90-92 e le guerre Daciche di Traiano. In Pannonia Superior e Inferior sotto il regno di Traiano. In Dacia Porolissensis sotto Adriano. aggregata alla Legio II Adiutrix. In Dacia Porolissensis sotto il regno di Antonino Pio, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla V Macedonica. In Dacia Porolissensis durante il regno di Marco Aurelio. In Britannia sotto l’impero di Marco Aurelio e Commodo. A Brocolitia sul vallo Adrianeo dal 213 d.C. circa al V secolo. In Pannonia nel III secolo? E’ attestato il comando di un prefetto Lucius Antonius Proculus in Britannia sotto Caracalla, e di un prefetto Burrius sotto Massimino, probabilmente l’unità è tornata quingenaria. Tribuni: Aurelius Ampelius; Prefetti: Marcus Hispanius Modestinus; Marcus Flaccinius Marcellus in Britannia, circa a metà del I secolo; Aulus Cluentius Habitus in Britannia; Tullius Secundus (Tribuno?) sotto Traiano; Galeo Bellicus (tribuno?) sotto Marco Aurelio; (AE 1982, 0842)

a è attestato dal’86 al 113. b sotto Caracalla. (Tac. Hist. I, 59)

II Batavorum (Bataborum) milliaria equitata Victrix Civium Romanorum Costituita come unità quingenaria, rimane tale almeno fino a sotto Traiano. Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano. Sostiene la rivolta di Giulio Civile. In Pannonia Superior a Vindobona. In Pannonia Inferior (Cannabiaca / Vetus Salina) sotto il regno di Traiano. Combatte le guerre contro i Daci. In Noricum sotto i regni di Adriano e Antonino Pio (Favianis). In Noricum alla fine del II secolo, aggregata alla Legio II Italica. Prefetti: Caius Titius Maximus sotto Traiano; Lucius Vitellius sotto Adriano;
III Batavorum milliaria equitata Antoninianaa Costituita come unità quingenaria. Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia. Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano. Sostiene la rivolta di Giulio Civile. A Vindolanda(?) in Britannia nel 92-103 circa. In Raetia sotto il regno di Traiano. In Pannonia Inferior nel 128-138. Una vexillatio dell’unità è in Pannonia Inferior sotto il regno di Antonino Pio. In Raetia intorno al 170 d.C. aggregata alla Legio III Italica. In Pannonia Inferior sotto il regno di Marco Aurelio. Tribuni: Claudius Tyrannus; Marcus Simplicius Quietus sotto Caracalla; E’ attestato il comando di un prefectus Severus (AE 1944, 0097), e di un summo curator: il centurio dei Volontarii Titus Flavius Atticinus (RIU 05, 1231); 

a sotto Caracalla o Eliogabalo.
IV Batavorum quingenaria equitata Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia. Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano. Sostiene la rivolta di Giulio Civile nel 70, in seguito alla quale è probabilmente distrutta o sciolta.
V Batavorum quingenaria equitata Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia. Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano. Sostiene la rivolta di Giulio Civile nel 70, in seguito alla quale è probabilmente distrutta o sciolta.
VI Batavorum quingenaria equitata Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia. Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano. Sostiene la rivolta di Giulio Civile. In Raetia sotto il regno di Antonino Pio.
VII Batavorum quingenaria equitata Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia. Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano. Sostiene la rivolta di Giulio Civile nel 70, in seguito alla quale è probabilmente distrutta o sciolta.
VIII Batavorum milliaria equitata Costituita come unità quingenaria. Nel 43 d.C. è aggregata alla Legio XIV Gemina per l’invasione della Britannia. Battaglie del Medway (43) e di Mona insula (61). Ritorna in Germania sul Reno nel 64 d.C. insieme alle altre sette coorti Batave al seguito della Legio XIV Gemina, alla quale rimane aggregata. Prende parte alla guerra civile del 69 nell’esercito Vitelliano, passerà con le altre al partito di Vespasiano. Sostiene la rivolta di Giulio Civile. In Raetia (?)* nel II secolo. *(RMD 01, 046)
IX (VIIII)* Batavorum milliaria equitata exploratorum A Vindolanda in Britannia dal 90/ 92 al 105 circa. Dal 105 in Dacia (Buridava). In Moesia Inferior e in Raetia sotto l’impero di Traiano. In Raetia (Castra Biriciana) sotto il regno di Antonino Pio (dove la sua presenza è attestata anche come vexillatio). In Raetia (Weiltingen - Ruffenhofen) sotto il regno di Marco Aurelio, aggregata alla Legio III Italica. In Raetia nel III secolo. Prefetti: M. Victorius Provincialis; Flavius Cerialis a Vindolanda; Tribuni: T. Porcius Cornelianus; *è la forma usata sui renuntia di Vindolanda.
IV Be...? Pannonia? Dacia? (IDR 03-04, 318)
I Belgarum milliaria equitata In Gallia. In Germania Superior (Confluentes)? Probabilmente a Bonna in Germania Inferior nel 70 d.C. In Moesia. In Delmatia nel 172-173, è comandata temporaneamente dal centurione Flavius Victor di una vexillatio della Legio I Adiutrix Pia Fidelis. Tribuni: Caius Iulius Victor; "Templum Liberi / Patris et Liberae vetus/tate dilabsum restituit / coh(ors) I Bel(garum) adiectis por/ticibus curam agente / Fl(avio) Victore |(centurione) leg(ionis) I Ad(iutricis) P(iae) [F(idelis)] / Severo et Pompeiano / II co(n)s(ulibus)” (CIL III, 01790)
I Belgica In Germania Superior. (CIL XIII, 07038) Si tratta forse dell’unità descritta sopra.
Biturigum (Biturgium) quingenaria equitata

Civium Romanoruma

In Hispania Citerior. In Germania Superior sotto i regni di Domiziano, Traiano, Adriano (a Langenhain) e Commodo. Prefetti: Marcus Calpurnius Lupus in Hispania; (AE 1992, 1293 / 1294)

a è attestato dal 134.

II Biturigum (Bituricum) quingenaria In Germania Superior. Forse aggregata alla Legio IV Macedonica in Germania Sup. prima del 70 d.C. Prefetti: Caius Antestius Severus nella prima metà del I secolo; (CIL XIII, 06812)
I Bosp(h)oranorum Sagittariorum?
milliaria equitata
E’ quingenaria sotto Claudio. Reclutata in Moesia Inferior. In Pannonia Superior? In Cappadocia sotto Adriano, nel 134 d.C. in battaglia contro gli Alani aggregata alle Legioni XII Fulminata e XV Apollinaris. Prefetti: Caius Caristanius Fronto Caesianus nel I secolo; Marcus Aemilius Pius; Caius Hosidius Severus;
II Bosporanorum ?

I Bracaraugustanorum (Bracarum Augustanorum / Bracarorum)

milliaria equitata

Civium Romanoruma

Costituita come unità quingenaria. In Gallia Narbonensis. In Delmatia nel periodo70-86 d.C. circa, aggregata alla Legio IV Flavia che segue in Moesia Superior nel 86 d.C. In Mauretania Tingitana sotto il regno di Domiziano (88). In Moesia Inferior sotto i regni di Traiano (99 / 114), Adriano (134) e Antonino Pio. In Dacia Inferior, 129-140, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Inferior e Moesia Inferior (157). In Britannia (Eburacum?) sotto Caracalla. Prefetti: Tiberius Claudius Claudianus; Tribuni: Lucio Alfio Restituto sotto Tito.

a è attestato sotto Antonino Pio.

II Bracaraugustanorum (Bracarorum Augustanorum a/
Bracarum
b)
quingenaria equitata
c
In Dalmatia nel periodo Giulio-Claudio. In Thracia sotto il regno di Claudio, a guardia del passo dei monti Haemus. In Thracia sotto il regno di Nerone sono presenti almeno 4 coorti quingenarie. In Dalmatia? sotto il regno di Tito. In Thracia sotto il regno di Traiano. In Moesia Inferior dal 145 d.C. E’ attestata in Crimea. Prefetti: Lucius Alfius Restitutus sotto Tito; Tiberius Claudius Helvius Secundus sotto Nerva; Tiberius Proculus Cornelianus;

a attestato all’inizio del II secolo (AE 1925, 0044). b attestato sotto Commodo

c probabilmente dal 98-99.

III Bracaraugustanorum (Bracarum / Bracarorum) a sagittaria quingenaria equitata In Gallia Narbonensis? In Britannia a Mancunium / Rigodunum (103) e in Raetia ad Iciniacum (107) sotto il regno di Traiano. In Britannia (122-124). In Raetia e in Syria Palaestina sotto il regno di Adriano. In Syria-Palaestina (139), in Britannia (146) e in Raetia (147) sotto il regno di Antonino Pio. In Raetia, aggregata alla Legio III Italica sotto il regno di Marco Aurelio, Lucio Vero e nel III secolo. In Britannia sotto il regno di Marco Aurelio e nel III secolo. Sono evidenti i diversi spostamenti in teatri operativi lontani fra loro, forse dell’intera unità, più probabilmente di sue vexillationes oppure si tratta di due coorti omonime diverse. Prefetti: Agricola Laelio Apro; Marcus Fabius Mettianus; Lucius Pomponius in Raetia; Titus Furius Victorinus sotto Marco Aurelio; Caius Cuppienus Terminalis in Syria Palaestina;

a (AE 1983, 0380).

IV Bracaraugustanorum (Bracarum) quingenaria Combatte forse la guerra Giudaica nel 70 d.C. E’ forse una delle 20 coorti che partecipano ai grandi lavori d’ingegneria idraulica sull’Eufrate tra Samosata e Zeugma nel 73 e ai lavori di fortificazione d’Antiochia nel 75 sotto il governatorato di M. Ulpio Traiano, insieme a vexillationes delle Legiones III Gallica, IV Scythica, VI Ferrata e XVI Flavia. In Syria durante il regno di Domiziano (88). In Syria Palaestina sotto i regni di Adriano e Antonino Pio; in questo periodo è attestata anche in Raetia (147). In Syria-Palaestina sotto il regno di Commodo. Prefetti: Caius Aufidius Maximus in Iudaea; (CIL VIII, 07079)
V Bracaraugustanorum In Raetia a Gnotzheim all’inizio del II secolo, poi sostituita dalla III Thracum CR. In Raetia sotto l’impero di Traiano (107), Adriano, Antonino Pio (147) e Marco Aurelio (170), aggregata alla Legio III Italica. Prefetti(?): ...Celerinus sotto Marco Aurelio;
III Bracasum (?) “...T(itus) Aur(elius) Iucundu[s et] / secund(us) h(eres) Victor mil[es] / c(o)ho[rtis] III Bracasu[m] /...”
(CIL VI, 03228)
I Breucorum quingenaria equitata Valeria Victrix Civium Romanorum

bis torquata ob virtutem apellata

In Britannia. In Raetia (Pfünz) circa 90-233. aggregata alla Legio III Italica. In Raetia nel 213 combatte aggregata alla III Italica contro gli Alemanni. Prefetti: Caius Minicius Italus sotto Vespasiano; Marcus Tullius Liberalis; Caius Geminus Priscus; Publius Crepereius Verecundinus; Praepositi: Aelius Forte, centurione della III Italica comanda temporaneamente la coorte sotto Commodo;
II Breucorum quingenaria equitata In Mauretania Caesarensis sotto il regno di Traiano (107), vi rimane fino al III secolo epoca in cui si stabilisce in una località che assumerà il suo nome: Cohors Breucorum. Prefetti: Lucius Titius Mansuetus;
II Breucorum peditata E’ attestata sotto il regno d’Antonino Pio. (AE 1972, 0226)
III Breucorum quingenaria equitata In Pannonia. A Laurium in Germania Inferior, seconda metà del III secolo. (CIL III, 0731)
IV Breucorum Antoninianaa In Palaestina? In Britannia sotto il regno di Adriano. A Vindomora in Britannia nel III secolo.

a sotto Caracalla o Eliogabalo.

V Breucorum equitata
Civium Romanorum
In Pannonia (Carnuntum) sotto il regno di Vespasiano. In Noricum sotto il regno di Adriano. In Noricum alla fine del II secolo, aggregata alla Legio II Italica.
VI Breucorum quingenaria Ad Albaniana in Germania Inferior durante la dinastia Flavia. In Moesia Superior? Prefetti: Tiberius Claudius Ampliatus;

VII Breucorum (Vreucorum) quingenaria equitata

Civium Romanorum Antoninianaa

In Germania sotto il regno di Nerone, in quest’epoca l’unità è peditata. In Pannonia Superior (Brigetio) e in Moesia Superior sotto il regno di Domiziano. In Moesia Superior (100 d.C.), aggregata alla Legio VII Claudia. In Moesia Superior sotto il regno di Traiano. In Pannonia Inferior (Burgenae / Annamantia / Rittium) sotto i regni di Antonino Pio e Marco Aurelio. In Pannonia Inferior (Lugio / Contra Florentia) durante il regno di Settimio Severo. Prefetti: Lucius Octavius Celer in Germania; Caius Numisius sotto Nerone; Marcus Sentius Proculus, probabilmente in Moesia Inferior, comanda da Prefetto una Vexillatio composta dalla coorte e dalla I Cilicum; Marcus Ogulnius Tiro; (AE 1891, 0056) a sotto Caracalla o Eliogabalo.
VIII Breucorum Rigomagus in Germania Inferior sotto il regno di Claudio.
I Britannica milliaria equitata Civium Romanoruma Antoniana Costituita come quingenaria sotto Claudio. Forse è la coorte di Britanni che, trasferita in Val Padana, combatte per Vitellio nella guerra civile. In Pannonia sotto il regno di Vespasiano. A Brigetio in Pannonia sotto l’impero di Domiziano e fino al 93 circa. Intorno al 100 d.C. è aggregata alla XIII Gemina. In Moesia Superior (105-107) e in Dacia (110) sotto il regno di Traiano. In Dacia Porolissensis sotto i regni di Adriano e Antonino Pio, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla V Macedonica. In Dacia Porolissensis durante il regno di Marco Aurelio. In Pannonia (Brigetio) nel III secolo. Tribuni: Quintus Caecilius Redditus sotto Traiano; Titus Claudius Fortis sotto Adriano; a è attestato dal 103 al 110. (Tac. Hist. I, 70)
II Britannica (Brittanica) milliaria In Dacia Porolissensis durante i regni di Antonino Pio e Marco Aurelio. 
I Brittonum (Britannorum) quingenaria equitata veterana Civium Romanorum In Pannonia sotto l’impero di Domiziano (85). In Moesia Superior sotto Traiano (103-107). In Dacia. Prefetti: Caius Minicius Italus? sotto Vespasiano; (AE 1990, 0387)
I Brittonum milliaria In Dacia Porolissensis sotto l’impero di Marco Aurelio. (questa unità è probabilmente la I Ulpia Brittonum) (RMD 02, 116)
II Brittonum quingenaria equitata In Mauretania Caesarensis sotto il regno di Traiano (107), di presidio a Kherba Dellau non lontano da Thanaramusa castra sul limes Adrianeo.
II Brittonum (Britannorum)
milliaria equitata
Civium Romanorum

Pia Fidelis

In Moesia e in seguito a Fectio in Germania Inferior all’inizio del II secolo, aggregata alla Legio I Minervia. In Moesia Superior (100) e in Dacia (110) sotto il regno di Traiano. E’ segnalata ad Alisca in Pannonia Inferior nel I e II secolo. In Dacia Porolissensis sotto i regni di Adriano e Antonino Pio, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica. In Dacia Porolissensis durante il regno di Marco Aurelio.
III Brittonum Veteranaa equitata In Raetia. In Moesia Superior sotto i regni di Traiano e Antonino Pio.

a probabilmente è così nominata dopo la costituzione dell’altra III Brittonum.

III Brittonum(Britannorum / Brittorum) quingenaria equitata In Raetia ad Abusina dall’80 d.C. al 450, aggregata alla Legio III Italica. Combatte la guerra Dacica durante la quale il suo Prefetto Didius Novatus è decorato con corona murale, vessillo d’argento e asta pura. Campagna contro i Germani. Prefetti: ...nius Iunior sotto Marco Aurelio;
IV Brittonum ?
V Brittonum ?
VI Brittonum quingenaria
equitata Pia Fidelis
In Cappadocia? In Pannonia sotto Traiano. Prefetti: Marcus Gavius Bassus sotto Traiano; Quintus Domitius Victor;
VII Brittonum IV secolo. (Tesserae Caerulea / Rubiconda / Virida)
XXVI Brittonum In Armenia nel IV secolo. (Tesserae Caerulea / Rubiconda / Virida)

Copyright © 2005-2016. Estrela s.a.s. - All Rights Reserved.