HISTORIA MILITARIS ROMAE    

COHORTES U - Z

I Ubiorum quingenaria equitata Coorti di Ubii sono presenti in Germania nel 70 d.C. dove vengono sconfitte da Giulio Civile a Marcoduro. In Moesia Inferior (Capidava?) sotto il regno di Traiano (99). In Dacia Porolissensis a metà del II secolo, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Superior sotto il regno di Antonino Pio (144-157). In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica. In Dacia Superior durante l’impero di Marco Aurelio e Commodo. Prefetti: Lucius Pompeius Celer; Tiberius Iulius Viator
II Ulpia milliaria equitata  Tribuni: Trebius Maximus sotto Settimio Severo; (AE 1934, 0280) 
I Ulpia Afrorum equitata  Costituita probabilmente da Traiano. In Aegyptus 143 d.C., aggregata alla Legio II Traiana. In Aegyptus sotto l’impero di Antonino Pio e di Commodo. 
I Ulpiaa Brittonum (Britannorum) milliaria equitata Civium Romanorumb

torquata Pia Fidelis

Costituita come unità quingenaria, forse sotto Vespasiano. In Noricum. In Pannonia a Vetus Salina. In Moesia. In Britannia all’inizio del II secolo. In seguito in Pannonia , aggregata alla Legio II Adiutrix. Combatte le guerre Daciche di Traiano. In Moesia Superior e in Dacia (106) sotto il regno di Traiano. Combatte la campagna Partica di Traiano. In Dacia Porolissensis sotto i regni di Adriano e Antonino Pio, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Porolissensis durante il regno di Marco Aurelio. In Dacia Porolissensis dopo il 166 d.C., aggregata alla Legio V Macedonica. Tribuni: Marcus Aemilius Bassus sotto Adriano; Lucius Nonius Bassus sotto Antonino Pio;

a da Traiano. b è attestato tra l’86 e il 113. 

I Ulpia Contariorum milliaria  Costituita probabilmente da Traiano. In Pannonia Superior durante l’impero di Antonino Pio. (Esiste anche un’Ala con l’identico nome) “equit(ibus) et pedit(ibus) qui milit(averunt) in alis V et coh(ortibus) V[II] / q[ua]e appel(lantur) I Ulp(ia) cont(ariorum) |(milliaria) et I Thr(acum) Victr(ix) et I Ca[n]/nanef(atium) c(ivium) R(omanorum) et I Hisp(anorum) Arvac(orum) et III Aug(usta) Thr(acum) sag(ittariorum) / et I Aelia |(milliaria) sag(ittariorum) et I Ulp(ia) contar(iorum) |(milliaria) et...” (CIL XVI, 00178).
I Ulpia Dacorum  Costituita probabilmente da Traiano. In Syria sotto il regno di Antonino Pio. A Claudiana in Syria Augusta Eufratensis nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente 
I Ulpia Galatarum quingenaria  Costituita forse da Traiano. In Syria-Palaestina sotto i regni di Antonino Pio e Commodo. Prefetti: Flavius Adiutor sotto Balbino e Pupieno (238); 
II Ulpia Galatarum quingenaria  Costituita forse da Traiano. In Syria-Palaestina sotto i regni di Antonino Pio e Commodo. Prefetti: Quintus Flavius Amatianus sotto Antonino Pio; 

II Ulpia Paflagonum (Paphlagorum)
milliaria equitata
Commodianaa

Costituita probabilmente da Traiano. In Syria sotto il regno di Antonino Pio (157). In Mesopotamia. Campagna Partica. Praepositi: Marcus Valerius Lollianus;

a sotto Commodo. 

III Ulpia Paflagonum (Paphlagonum) Equitata  Costituita probabilmente da Traiano. In Syria sotto il regno di Antonino Pio (157). In Mesopotamia. Campagna Partica. Praepositi: Marcus Valerius Lollianus; 
I Ulpia Pannoniorum (Pannonica) milliaria equitata Civium Romanoruma 

Costituita probabilmente da Traiano. In Pannonia Superior (Carnuntum / Solva / Ulcisia Castra / Aquincum) sotto i regni di Adriano, Antonino Pio e Marco Aurelio. Campagna contro i Germani sotto Marco Aurelio. In Pannonia (Solva) nel III secolo. Tribuni: Aulus Baebius Regillus sotto Antonino Pio; Lucio Iulio Vehilio Iuliano sotto Marco Aurelio; Lucio Iulio Grato sotto Marco Aurelio; Cnaeus Clodius Classicianus; (è probabile che questa coorte e la I Ulpia Contariorum, siano la stessa unità).

“...M(arcus) Aur(elius) Av/itianus / benef(iciarius) pr/(a)ef(ecti) c(ohortis) I Ulp(iae) / [Pannoniorum”
(CIL III, 13419)

a è attestato sotto Adriano. 

I Ulpia Petraeorum (Petreorum) milliaria equitata  Costituita probabilmente da Traiano. In Syria sotto il regno di Antonino Pio (157). In Mesopotamia. Campagna Partica. Praepositi: Marcus Valerius Lollianus; 

II Ulpia Petraeorum milliaria equitata 

Costituita probabilmente da Traiano. 
III Ulpia Petraeorum sagittaria milliaria equitata Costituita probabilmente da Traiano come unità quingenaria. In Cappadocia sotto Adriano, nel 134 d.C. combatte contro gli Alani aggregata alle Legioni XII Fulminata e XV Apollinaris. A Metita in Armenia nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente. Prefetti: Marcus Arruntius Frugi; Tribuni: Marcus Sulpicius Felix in Cappadocia; (AE 1908, 0200)
IV Ulpia Petraeorum (Petreorum) Costituita probabilmente da Traiano. In Syria-Palaestina sotto i regni di Adriano e Antonino Pio.
V Ulpia Petraeorum milliaria equitata Costituita probabilmente da Traiano. In Syria sotto il regno di Antonino Pio (157). In Mesopotamia. Campagna Partica. Praepositi: Marcus Valerius Lollianus;
VI Ulpia Petraeorum quingenaria Costituita probabilmente da Traiano. In provincia d’Asia? Phrygia? Cappadocia? Forse aggregata alla Legio XV Apollinaris. In Syria-Palaestina sotto i regni di Adriano e Antonino Pio.
I Ulpia Sagittariorum equitata Costituita probabilmente da Traiano. In Mesopotamia. Campagna Partica. Praepositi: Marcus Valerius Lollianus;
II Ulpia sagittariorum equitata Civium Romanorum

Costituita probabilmente da Traiano. In Syria sotto il regno di Antonino Pio. L’unità è aggregata alla Legio IV Scythica dal regno di Marco Aurelio. Guerra Partica di Marco Aurelio. A Dura Europos in Syria nel 251 d.C. Praepositi: Marcus Valerius Lollianus;

“]C ET S[3] / [c(enturio) leg(ionis) II]II Scy(thicae) [pra]epos[itus] /[nu]merorum campo ad / ampliato templum ex/truxit cum statua pe[r] /coh(ortem) II Ulp(iam) eq(uitatum) civium Roma/norum sagittariorum”
(AE 1931, 0113)

I Ulpiaa Traianaa

Cugernorum (Cubernorum)  quingenaria Civium Romanoruma

In Britannia sotto Ceriale. In Britannia sotto il regno di Traiano (103) e di Adriano. Sul Vallo Antoniniano nella prima metà II secolo. A Trimontium (Britannia) sotto il regno di Antonino Pio. A Brocolitia in Britannia verso la fine del II secolo. A Pons Aeli in Britannia nel III secolo. Prefetti: Pontius? Antoninus; (ILJug-02, 1064)

a dal regno di Traiano.

(?) Usiporum  In Britannia con Agricola (83 d.C.). Una coorte di Usipeti fu protagonista della drammatica avventura narrata da Tacito. 
II Valentiana  A Ziganne in Armenia, IV-V secolo. Esercito d’Oriente 
III Valeria  A Marmantharum in Syria Augusta Eufratensis, IV-V secolo. Esercito d’Oriente 
XII Valeria  Ad Afro in Palestina, IV-V secolo. Esercito d’Oriente 
III Valeria Bacarum  A Drasdea in Moesiae Secunda -Thracia, IV-V secolo. Esercito d’Oriente 
V Valeria Frygum  A Pinianis in Raetia, IV-V secolo. Esercito d’Occidente 
III Valeria Marmaritarum  Costituita probabilmente da Diocleziano che la destina di guarnigione in Syria. Si tratta probabilmente della III Valeria di stanza a Marmantharum elencata sopra. 
VI Valeria Raetorum  A Venaxamodorum in Raetia nel IV-V secolo. Esercito d’Occidente 
? Valeria Victrix 
XIV Valeria Zabdenorum  A Maiocariri in Mesopotamia nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente 
I Vangionum milliaria equitata  Probabilmente combatte la battaglia del monte Taunus in Germania contro i Catti nel 49 d.C. liberando dopo quarant’anni alcuni scampati del disastro Variano. A questa vi presero parte 26 Coorti e 8 Ali ausiliarie. In Britannia nel 71 d.C., forse aggregata alla Legio II Adiutrix. In Britannia sotto Traiano (103). Forse è divisa in due coorti quingenarie stanziate a Cilurnum e a Condercum (Brit) sotto il regno d’Adriano. In Britannia sotto l’impero di Marco Aurelio e Commodo. Di nuovo riunita all’inizio del III secolo è stanziata ad Habitancum oltre il Vallo Adrianeo, dove condivide il campo con la vexillatio Raetorum Gaesatorum e gli Exploratores Habitancenses. Tribuni: Marcus Peregrinius Super; Lucius Aemilius Salvianus sotto Caracalla; Aemilius Aemilianus; Iulius Victor; Iulius Paullus; Marcus Aurelius Castus; Fabius Honoratus; E’ attestato anche il comando di un Prefetto Cassianus, che denota il suo passato di quingenaria. (RIB 0205) 
II Varcianorum quingenaria equitata Civium Romanorum  A Rigomagus in Germania Inferior intorno al 69-70 d.C. Un suo Prefetto Caius Minicius Italus è decorato da Vespasiano. A Gelduba in Germania Inferior sotto il regno di Domiziano. Probabilmente aggregata alla Legio I Minervia. In Pannonia(?), Moesia(?). (AE 1917/18, 0096) 
II Vasconum
(Basconum / Vasconorum) quingenaria equitata
Civium Romanorum 
Costituita da Galba. Probabilmente in Germania Inferior durante la rivolta di Giulio Civile, dove delle coorti di Vasconi consentono la vittoria di Vocula a Novesio. In Britannia sotto l’impero di Traiano (105). In Britannia sotto il regno di Adriano, aggregata alla Legio II Augusta.
II veterana quingenaria  In Gallia? sotto il regno di Tiberio. Prefetti: Publius Virgilius Paullinus; “...P(ublio) Vergilio P(ubli) f(ilio) P(ubli) n Pol(lia) Paullino / equo publico iudici de IIII decu / praef(ecto) fabrum praef(ecto) chortis II v[et]era[nae] / [3]iorum exercitus [...” (CIL V, 07567) 
I Vettonorum  In Britannia nel I secolo. 
I Victrix (Victorum)  Ad Ammattha in Syria Augusta Eufratensis nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente 
III Victrix  In Hispania? Lusitania? I secolo d.C. “Vecius Cl/utami f(ilius) P COI / [3] DIELVIBRI / VEROPOMV / SVECIP mil(es) / co(h)ortis tert/iae V(i)c(tri)cis mil/itavit ann(um) I[ // MAETARIV” (CIL II, 02584) 
V Victrix (Victores  "] coh(ortis) V Victores / [vixit] ann(os) LX stipe(n)/[d(iorum?)] XXXIIX(?) h(ic) s(itus) e(st) / [3] heres f(aciendum) c(uravit?)” (AE 1991, 1396) 
I Vindelicorum
milliaria equitata
Civium Romanorum

Pia Fidelis Cumidavensisa Alexandrianaa Antoninianab

 

Delle Cohortes Vindelicorum presero parte alla battaglia di Idistaviso nel 16 d.C.

In Germania. In Pannonia Inferior (Alisca) nel I secolo. In Moesia Superior (100) e in Dacia (110) sotto il regno di Traiano. In Dacia Inferior a metà del II secolo, aggregata alla Legio XIII Gemina. In Dacia Superior sotto i regni di Antonino Pio, Marco Aurelio e Commodo. In Dacia (Sarmizegetusa?) sotto i regni di Settimio Severo, Caracalla e Alessandro Severo. Ricostruisce un tempio (fanum) crollato per vetustà sotto Settimio Severo. Contribuisce alla ricostruzione della basilica exercitatoria dell’Ala Campagonum sotto Caracalla. Tribuni: Lucius Versinius Aper sotto Antonino Pio; Septimius Diomedes sotto Settimio Severo; Sotto Caracalla è anche comandata da un Prefetto: Iulius Tertianus. (AE 1987, 0848) (IDR 03-04, 221)

a sotto Alessandro Severo 222-235. b sotto Caracalla o Eliogabalo. 

II Vindelicorum 
III Vindelicorum 
IV Vindelicorum quingenaria (Vindolicorum)  In Germania Superior sotto Vespasiano (74) e Domiziano. In Germania Superior (Gross-Krotzenburg) circa 110-260. E’ attestata la presenza dell’unità in Mauretania Tingitana durante l’impero di Adriano (124), aggregata alla Legio III Augusta. Prefetti: Lucius Rufidius Iullus in Mauretania; 

I Voluntariorum

Civium Romanorum 

In Germania. E’ attestato il comando di un Prefetto: Lucius Sept... Petronianus; Tutte le coorti Voluntariorum furono costituite da Augusto fra il 6 d.C. ed il 9 d.C. con dei liberti, per far fronte alle crisi di Pannonia e Germania. Cassio Dio colloca la formazione di queste unità nel 7 d.C. I soldati di queste coorti godevano della stessa considerazione dei legionari. Furono arruolate almeno 32 coorti voluntariorum, per molte delle quali non si conoscono notizie o testimonianze epigrafiche. La ragione di qusto silenzio delle fonti, può essere addotta al fatto che evidentemente diverse di queste coorti ebbero una breve vita operativa, almeno come unità indipendenti, infatti è probabile che molte siano state assorbite dalle legioni di stanza nella Germania Inferior, in particolare dalla legio XXI Rapax. Testimonianza di ciò si trova in Tacito: “...inferioris exercitus miles in rabiem prolapsus est, orto ab unetvicesimanis quintanisque initio, et tractis prima quoque ac vicesima legionibus... igitur audito fine Augusti vernacula multitudo, nuper acto in urbe dilectu...”
(Tac. Ann. I, 31) (RWMAIKH ISTORIA, LV, 31) (CIL XIII, 06456). 
IV Voluntariorum
Civium Romanorum
In Pannonia Superior (Quadrata) sotto i regni di Adriano (138), Antonino Pio, Marco Aurelio e nel III secolo..
VI Voluntariorum
Civium Romanorum
In Pannonia o Dalmatia nel I secolo d.C. Tribuni: Lucio Purtisio Atinate; “P(ublio)] Dolabella / leg(ato) pro pr(aetore) / coh(ors) VI vol(untariorum) / trib(uno) L(ucio) Purtisio Atinate / [3]lio C(aio) Saenio IIviris /”
(CIL III, 01741)
VIII (IIX)* Voluntariorum
Civium Romanorum
In Hispania? A Tilurium in Delmatia nel 60 d.C. circa, condivide il campo con una vexillatio della Legio XI Claudia. In Delmatia sotto il regno di Domiziano (93). A Ualtha in Arabia nel IV-V secolo. Esercito d’Oriente. Tribuni: Marcus Acilius Priscus; Tiberius Iulius Iulianus in Delmatia; E’ attestato il comando di due Prefetti: Quintus Iulius Frontinus e Publius Fabius Clodius forse perché l’unità non è più formata da cittadini Romani; “Donum / deae patr[i]/ae suae / Q(uintus) Iulius / Frontinu[s] / praef(ectus) coh(ortis) / VIII volun/tarior(um) d(edit)” (AE 1954, 0145; CIL II - VII, 00281; *AE 1955, 0169)
XV Voluntariorum

Civium Romanorum

Pia Fidelisa

In Pannonia (20 d.C. circa), aggregata alla Legio IX Hispana. A Laurium in Germania Inferior tra il 70 d.C. e il 250 d.C. circa. Sotto Settimio Severo e Caracalla riedifica a Laurium il deposito delle armi (armamentarium). Gli scudi di quest’unità erano decorati con due capricorni, simbolo di Augusto. (CIL XIII, 08824 / 08826)

a è attestato sotto Antonino Pio.

XVIII (XIIX)* Voluntariorum Civium Romanorum  In Pannonia Superior (Carnuntum) sotto i regni di Adriano (138), Antonino Pio e Marco Aurelio. Tribuni: Lucius Cammius Maximus; Crescens Licianus; Cnaeus Clodius Classicianus; *questa forma s’incontra nelle epigrafi più di una volta. 

XX Voluntariorum

Civium Romanorum Pia Fidelis 

In Pannonia Superior? 

XXI Voluntariorum

Civium Romanorum 

Sul limes della Germania Superior a Murrhardt, insieme agli Exploratores Boiorum et Tribocorum, circa 162 d.C.-260 d.C. 

XXIII Voluntariorum

Civium Romanorum 

In Pannonia Superior. 
XXIV Voluntariorum Antoninianaa
Severiana
b

Civium Romanorum

 
In Germania Superior nel II e III secolo. Tribuni: Publius Quintius Terminus; Sextus Iulius Florius Victorinus sotto Eliogabalo;

“I(ovi) O(ptimo) M(aximo) / Florentini(us) / Quintianus / vet(eranus) coh(ortis) XXIIII / vol(untariorum) ex corni/cul(ario) pr(a)ef(ecti) / v s l l m”

(CIL XIII, 06449 / 06532 / AE 1971, 0278)

a sotto Caracalla. b sotto Alessandro Severo 222-235. 

XXV Voluntariorum

Civium Romanorum 

In Germania. In Hispania Citerior? “] / SVCLNIAI(?) / [trib(uno)] coh(ortis) XXV / [vol]unt[a]riae [fla]m(ini) / divor(um) Aug(ustorum) [prov(inciae)] / Hisp(aniae) citer(ioris) / p(rovincia) H(ispania) c(iterior)”
(CIL II, 04258 / CIL XIII, 06306) 

XXVI Voluntariorum

Civium Romanorum

A Vindonissa in Germania Superior tra gli anni 40-60 d.C. circa, aggregata alla Legio XXI Rapax. Di guarnigione a Heddesdorf in Germania Superior dal 100 dC circa al 185 dC circa. In Germania nel III secolo. Tribuni: Titus Statilius Felix; ...Firmus; (CIL XIII, 06305) (Denkm 746)
XXX Voluntariorum

Civium Romanorum

In Germania Superior (Echzell) circa 90 d.C.-260 d.C.

XXXII Voluntariorum

Civium Romanorum

In Germania Superior (70 d.C.) aggregata alla Legio VIII Augusta. In Germania Superior (Ober-Florstadt) fine I secolo-260 d.C. In Pannonia Superior a Siscia. Tribuni: Caius Antonius Rufus nella prima metà del I secolo d.C.; (CIL III, 00386)
?...corum sagittariorum? “C(aius) Atilius A(uli) f(ilius) Glabrio / IIIIvir quinq(uennalis) praef(ectus) fabr(um) / delat(us?) a co(n)s(ule) praef(ectus) cohor(tis) / [3]corum(?) sagittar(iorum) / Titia A(uli) f(ilia) minore natus” (CIL XI, 01934)
?...f...a.pr...ctum? “[C(aius) H]ere[nnius 3 Arn(ensi)] Cap[ito 3 q(uin)]q(uennalis) II flamen tr(ibunus) [m]il(itum) IIII praef(ectus) co(hortis) / [3]f[3]a[1]pr[3]ctum[3] omnia [3]a inch[o]avit Here[nn]ia Pro/iecta [3]o ex t(estamento) PQR st[e]r[n]endu[m] c[ura]vi[t]” (AE 1995, 0392)
?...tu...? “D(eo) i(nvicto) M(ithrae) / pro salute / [tu]r(mae) equi[tum] / [coh(ortis) 3]tu[3] / [6] / [6] / v(otum) s(olvit) l(ibens) m(erito)” (AE 1929, 0131)
I...? “L(ucio) Caecinae / G(ai) f(ilio) Gal(eria) Seve/ro IIvir(o) q(uaestori) / flamini praef(ecto) / fabr(um)
praef(ecto) coh/ort(is) I et orae / marit(imae) / L(ucius) Valer(ius) Latinus / Barcinonen(sis)”
(CIL 02, 04264)
II...? “L(ucio) Cornelio / C(ai) f(ilio) Gal(eria) Celso / IIvir(o) praefecto / orae maritumae / cohortis I et II / Pompeia Donace / uxor” (CIL 02, 04266)
VIII....? "[Q(uintus)] Sallustius [Felix Cirt(a)] / [C(aius)] Iulius [Victor Cirt(a)] / M(arcus) Terentius [Gemellus Cirt(a)] / C(aius) Cominius [3] / C(aius) Vettius [3] / coh(ortis) VIII C(aius) [Iulius Gudullus cast(ris)] / M(arcus) Aemilius [Hiddibal cast(ris)] / M(arcus) Flavius [Rogatus Amm(aedara)] / C(aius) Stab[erius] Primus castr(is) / M(arcus) [“ Probabilmente si tratta dell’ottava coorte della Legio III Augusta. (AE 1989, 0884)
X....? “[C(aius) Cerellius Fr]uctu[s cast(ris) corn()] / [Q(uintus) Oppius Cresc]ens [Hippo(ne)] / [C(aius) Gentius Iu]lianus [cast(ris)] / [coh(ortis) X Q(uintus)] Volcaciu[s] Max[imus Lamb(aese)] / [C(aius) Iulius V]italis [Thev(este)] / [C(aius) Iuli]u(s) Baric c[ast(ris)] / [C(aius) Egnati]us Martialis Th[am(ugadi)] / [M(arcus) Numisius Ge]m[ell]us ca[st(ris)]” Probabilmente si tratta della decima coorte della Legio III Augusta.
(AE 1989, 0883b / AE 1989, 0887a)
XII....? “C(aio) Trebucenmae / C(ai) f(ilio) Pol(lia) / militat annis XVIIII / in cohort(e) XII”
Probabilmente si tratta della XII Urbana. (AE 1914, 0254) (CIL V, 00905)
XIV....? “C(aio) Nume/rio Luk() / mil(iti) coh(ortis) XIIII(?) / L(ucius) Cor(nelius) Sec/undus”
Probabilmente si tratta della XIV Urbana. (AE 1993, 1194)
XV....? Ad Ammaedara in Numidia verso il 75 d.C. In Numidia nel II secolo d.C. “]rrus[3] / domo Mar[3] / mil(es) coh(ortis) XV / militavit ann(os) / VIIII / vixit ann(os) XXVII / h(ic) s(itus) e(st) / Qu(intus) Domit[ius] / Q(uinti) f(ilius) Ste(llatina) Fusci[nus] / domo Foro / Vibi mil(es) coh(ortis) / XV militavit / ann(os) VII vixit / [ann(os)” Probabilmente si tratta della XV Urbana. (AE 1900, 0040) (CIL XIII, 07721)
XXII....? “D(is) [M(anibus)] / M(arcus) Iunius M(arci) [f(ilius) 3] / Montanus [3] / mil(es) coh(ortis) XXII[3] /...” Forse è una coorte Voluntariorum. (AE 1932, 0030)

Copyright © 2005-2016. Estrela s.a.s. - All Rights Reserved.