HISTORIA MILITARIS ROMAE    

COQUINA

Una breve ma significativa selezione di oggetti per il trasporto, la preparazione e il consumo dei pasti quotidiani. Questi oggetti, di uso comune sia in ambito militare che civile, avevano in alcuni casi (posate, ciotole, bicchieri) i loro corrispondenti costruiti in legno, purtroppo giunti fino a noi in percentuale infinitesimale.

Panoramica di oggetti legati al consumo di cibo: bottiglie per la conservazione di liquidi, casseruole, anfore per il trasposto di olio, vino e garum, stoviglie, un mortaio, un treppiede con pentola. Nella seconda foto, ganci per appendere grosse pentole, graticola, pentole, coltelli, spiedi e poggiaspiedi e una probabile paletta per le braci. Dal forte romano di Saalburg (Germania).
varivs coquina01s
varivs coquina02s
(Cortesia Römerkastell Saalburg-D)

Anfora e frammenti dal forte di Aliso (Haltern-Germania).
varivs coquina03s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Macina in pietra per granaglie, a rotazione manuale, databile al I-III secolo d.C.
Formata da due parti sovrapposte (quella superiore atta a girare, tramite perno centrale e maniglia), misura cm 22 di altezza e cm 35 di diametro. Le tipologie più piccole di queste macine da trasporto. pare fossero assegnate una ogni contubernium, o comunque ad un numero ridotto di soldati.
varivs coquina04s
varivs coquina05s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers - Munich-D)

Altra macina di pietra, con l'iscrizione della Legio X (Gemina), dal castrum di Vindobona
(Vienna-Austria). Databile al II-III secolo d.C.
varivs coquina06s
(Cortesia Wien Museum Karlsplatz-Römische Ruinen Hoher Markt - Wien-A)

Macina dalla fortezza legionaria di Haltern (Germania).

varivs coquina07s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Altra macina completa di entrambe le parti.
varivs coquina08s
(Mostra "Ich Germanicus" - Cortesia Museum und Park Kalkriese - Bramsche-Kalkriese-D)

Parte superiore di macina in pietra, dalla fortezza legionaria di Aquincum (Budapest-Ungheria)
varivs coquina09s
(Cortesia Aquincum Museum - Budapest-H)

Mortai per la preparazione di salse; i mortai di questo genere presentavano una superficie molto ruvida, per meglio agevolare l'operazione di triturazione con l'aposito pestello. 
Dal forte romano di Saalburg (Germania).
varivs coquina10s
(Cortesia Römerkastell Saalburg-D)

Altri mortai dalla fortezza legionaria di Aquincum (Budapest-Ungheria);
nella prima foto mortai con fondo ruvido.
varivs coquina11s
varivs coquina48s
(Cortesia Aquincum Museum - Budapest-H)


Treppiede di ferro, da posizionare sopra le braci, a cui andava appoggiata sopra la 
pentola o casseruola. Dal forte romano di Trimontium (Newstead-Scozia).
varivs coquina12s
(Cortesia National Museum of Scotland - Edinburgh-GB)

Padella di bronzo con il manico reclinabile per facilitarne il trasporto e
particolare della cerniera; dalla fortezza legionaria
di Aquincum (Budapest-Ungheria). 
varivs coquina13s
varivs coquina14s
(Cortesia Aquincum Museum - Budapest-H)

Altra padella con manico reclinabile; misura cm 74 con manico aperto.
varivs coquina15s
(Cortesia Antiques.com)

Casseruole di bronzo databili al I-III secolo d.C.. Spesso queste casseruole presentano tracce di stagno al loro interno e il fondo è conformato ad anelli concentrici. Misure da cm 26,5 a 31 e diametro da cm 14 a 18.
varivs coquina21s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers - Munich-D)

Casseruola con fondo a cerchi concentrici e punzone del fabbricante (ARINIANUS); databile al I-II secolo d.C., misura cm 12,5 di altezza e cm 35 di lunghezza.
varivs coquina16s
varivs coquina17s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers - Munich-D)

Casseruole di bronzo dal forte romano di Saalburg (Germania).
varivs coquina18s
varivs coquina19s
(Cortesia Römerkastell Saalburg-D)

Casseruola di bronzo con coperchio parziale, decorato, atto a contenere un filtro. 
Dal forte romano di Saalburg (Germania).
varivs coquina20s
(Cortesia Römerkastell Saalburg-D)

Casseruole in bronzo dal cui confronto si evince immediatamente la diversità di
altezza e dunque di tipologia.

varivs coquina22s
varivs coquina23s
(Mostra "Ich Germanicus" - Cortesia Museum und Park Kalkriese - Bramsche-Kalkriese-D)

Colino di bronzo conformato a casseruola. 
Dal forte romano di Saalburg (Germania).
varivs coquina24s
(Cortesia Römerkastell Saalburg-D)

Casseruole e colini di bronzo; queste tipologie di colini andava inserita 
nelle corrispondenti casseruole.
varivs coquina25s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Pentolino di bronzo, il cui utilizzo, secondo alcuni ricercatori, poteva
probabilmente essere, oltre ad un normale utilizzo culinario, anche il trasporto
delle braci durante gli spostamenti.

varivs coquina26s
(Mostra "Ich Germanicus" - Cortesia Museum und Park Kalkriese - Bramsche-Kalkriese-D)

Altro pentolino di bronzo dalla fortezza legionaria di Aquincum (Budapest-Ungheria).
varivs coquina27s
(Cortesia Aquincum Museum - Budapest-H)


Panoramica di posate: cucchiai da tavola, cucchiaini,
forchette (fuscinula), coltello da cucina.
varivs coquina28s

Disegno restitutivo di coltelli rinvenuti nel campo legionario di Numantia (Soria-Spagna), e databili alla prima metà del II secolo a.C.
varivs coquina60s
(Cortesia Römisch-Germanisches Zentralmuseum - Mainz-D - https://web.rgzm.de)

Coltello (culter), dal forte romano di Vindolanda (Chesterholm-Inghilterra), riportante
il marchio QUINCUS, riferito al fabbricante. alcuni reperti di coltelli da cucina presentano un anello per la sospensione dello stesso.
varivs coquina29s
(Cortesia Vindolanda Roman Army Museum - Chesterholm-GB)


Panoramica di coltelli di ferro da cucina; dal forte romano di Saalburg (Germania). I coltelli domestici o da cucina hanno generalmente forme diverse dai coltelli personali di vario utilizzo, anche se una certezza nella classificazione è spesso ardua e necessita le dovute cautele.
varivs coquina30s
varivs coquina31s
(Cortesia Römerkastell Saalburg-D)

Altri coltelli di ferro da cucina; dai forti romani di Haltern e Oberaden (Germania). Per molti esemplari di reperti di coltelli domestici, non erano previste le guancette del manico, in legno od osso; è probabile che alcuni di essi avessero comunque il manico ricoperto di strisce di cuoio. A fianco di questi reperti, delle pietre per l'affilatura.
varivs coquina32s
varivs coquina33s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Coltelli domestici (anche se si nutrono forti dubbi sul secondo) da Augusta Vindelicorum (Augst-Germania), rinvenuti in contesto militare.
varivs coquina34s
varivs coquina35s
(Cortesia Römisches Museum Augsburg-D)

Coltello di ferro immanicato di bronzo da Aventicum (Avenches-Svizzera).
varivs coquina61s
(Cortesia Musée Romain Avenches-CH)
 

Coltelli interpretati come strumenti da cucina, entrambi immanicati in osso: il primo a guancette e il secondo a codolo. Dal forte romano di Trimontium (Newstead-Scozia),
e databili tra l'80 e il 180 d.C.
varivs coquina62s
varivs coquina63s
(Cortesia National Museum of Scotland - Edinburgh-GB)


Cucchiai in bronzo e in osso, dal forte romano di Vindonissa (Brugg-Svizzera).
varivs coquina37s
varivs coquina38s
varivs coquina39s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Due cucchiaini, in bronzo e argento, dal castrum di Vindobona (Vienna-Austria).
Databili al II-III secolo d.C. La parte appuntita del cucchiaino (cochlear) serviva per rompere le
uova o per estrarre le lumache dal guscio

varivs coquina40s
(Cortesia Wien Museum Karlsplatz-Römische Ruinen Hoher Markt - Wien-A)

Coltello multiuso in argento, di cm 15x 8, con attrezzi da utilizzare a scopo alimentare: cucchiaio, forchetta, coltello di ferro, spuntone per estrarre le lumache, piccolo cucchiaino, forse
per  l'estrazione del garum dalla bottiglia, stuzzicadente ricurvo.
Dal bacino del Mediterraneo, e databile al II-III secolo d.C.
varivs coquina64s
(Corteia Fitzwilliam Museum - Cambridge-GB)


Manico di bronzo per padella, mestolo per il vino (simpulum), manici vari
probabilmente per brocche.
Dalla fortezza legionaria di Aliso (Haltern-Germania).
varivs coquina41s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Panoramica di stoviglie in ceramica rossa da mensa; questa tipologia di ceramica, conosciuta anche come "sigillata", per via dei numerosi esemplari dotati di disegni e decorazioni, soppiantò la ceramica a vernice nera, dalla metà del I secolo a.C. La colorazione rossa è dovuta a particolari accorgimenti operati sull'argilla in fase di decantazione e cottura.
varivs coquina42s
varivs coquina49s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Esemplari e frammenti di ceramica rossa e, rara nel periodo imperiale, nera; le ceramiche verniciate, spesso presentano dei graffiti, con disegni o nomi.
Reperti dal forte romano di Vindolanda (Chesterholm-Inghilterra).
varivs coquina43s
varivs coquina44s
varivs coquina45s
varivs coquina46s
(Cortesia Vindolanda Roman Army Museum - Chesterholm-GB)


Altra panoramica dei reperti dalla fortezza legionaria di Aquincum (Budapest-Ungheria). 
varivs coquina47s
(Cortesia Aquincum Museum - Budapest-H)

Panoramica di contenitori di vetro per liquidi; dalla fortezza legionaria di
Aquincum (Budapest-Ungheria).
varivs coquina36s
(Cortesia Aquincum Museum - Budapest-H)

La funzione delle borracce per il trasporto di acqua o posca (mistura di acqua e aceto) era principalmente assolta da contenitori in materiali organici, quali zucche svuotate e otri di pelle (vedi la sezione Sarcina) di cui purtroppo non ci sono giunte evidenze archeologiche. Rare erano le borracce di terracotta o metallo ma, in questo caso almeno, qualche raro reperto è giunto fino a noi.

Borraccia di terracotta, altezza cm 30,5, diametro cm 21, e databile al II-III secolo d.C.
varivs coquina50s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers - Munich-D)

Barilotto/borraccia (oenophorum) di capacità di lt 0,75
dal castrum Narmoutheos (Egitto), base della Cohors IV Numidarum.
varivs coquina51s

Borraccia di ferro con parti decorative e sospensorie di bronzo, proveniente da Sion (Svizzera); presenta il fondo di bronzo, oltre al manico e una decorazioni con il busto di Mercurio;
varivs coquina52s
varivs coquina53s
(Cortesia Musée Cantonal d'Archéologie et d'Histoire - Lausanne-CH)

Borraccia di ferro da Chalon-sur-Saône (Francia), con fascia perimetrale e anelli di bronzo;
su una parete riporta una foglia, un tralcio di vite e un grappolo.
varivs coquina54s
(Cortesia Musée Cantonal d'Archéologie et d'Histoire - Lausanne-CH)

Borraccia di ferro con fascia di bronzo; dal forte romano di 
Trimontium (Newstead-Scozia), e databile tra l'80 e il 180 d.C.
varivs coquina55s
(Cortesia National Museum of Scotland - Edinburgh-GB)


Barile di legno dal campo militare di Oberaden (Germania).
varivs coquina56s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Secchio di legno dal forte romano di Trimontium (Newstead-Scozia).
varivs coquina57s
(Cortesia National Museum of Scotland - Edinburgh-GB)

Curiosa pentola alta in terracotta forse per la bollitura del latte.
Dal campo militare di Aliso (Haltern-Germania).
varivs coquina58s
(Cortesia Westfälisches Römermuseum - Haltern-D)

Mestoli di legno dalla base legionaria di Vindonissa (Brugg-Svizzera).
varivs coquina59s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)


Copyright © 2005-2018. Estrela s.a.s. - All Rights Reserved.

Usiamo i cookie per migliorare il nostro sito web e la tua esperienza di utilizzo. I cookie necessari per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati. Per saperne di più riguardo ai cookies che utilizziamo e capire come cancellarli, consulta la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information