HISTORIA MILITARIS ROMAE    

FERRA

In questa sezione abbiamo raggruppato tutte le lame generiche, dunque non legate all'uso bellico e all'uso domestico; coltelli (culter - cultri) di varia tipologia erano probabilmente in uso ai soldati, fin dalle epoche più remote, per espletare operazioni per i quali vengono utilizzati ancora oggi.
Rare le attestazioni archeologiche dei rasoi (culter tonsorius), se rapportate alla quantità di uomini che dovevano radersi, tanto da far supporre che all'interno dei reparti militari vi fosse personale addetto alla rasatura dei soldati, o che questi ultimi, nel caso se ne occupassero personalmente, utilizzassero dei coltelli generici.
L'ipotetica classificazione delle varie tipologie di coltelli è ovviamente molto difficoltosa, e va sempre interpretata con prudenza, anche in considerazione della datazione, spesso difficoltosa, e dell'influenza data dalle mode e dai gusti delle varie epoche.
In alcuni reperti, dove la ruggine non ha troppo intaccato il ferro delle lame, si individuano ancora bene le tipiche lame a "onda", che lascierebbero supporre anche un uso per la rasatura. 
I manici dei reperti risultano, per il periodo imperiale, essenzialmente in osso decorato, con costruzioni sia a codolo che ad immanicatura e più raramente in metallo, a volte con protomi animali.

Coltelli in ferro con immanicatura in osso, dalla base militare di Vindonissa (Brugg-Svizzera). 
varivs ferra01s
varivs ferra02s
varivs ferra03s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Coltelli con immanicatura di metallo da Vindonissa (Brugg-Svizzera).
varivs ferra04s
varivs ferra05s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Coltelli in ferro con immanicatura in osso, dalla base militare di 
Vindolanda (Chesterholm-Inghilterra).
varivs ferra06s
(Cortesia Vindolanda Roman Army Museum - Chesterholm-GB)

Coltelli da Augusta Vindelicorum (Augst-Germania), rinvenuti in contesto militare.
 varivs ferra07s
varivs ferra08s

(Cortesia Römisches Museum Augsburg-D)

Coltelli di ferro da Aventicum (Avenches-Svizzera); l'esemplare nella seconda foto è
databile al IV-V secolo d.C..

varivs ferra09s
varivs ferra10s
(Cortesia Musée Romain Avenches-CH)

Coltelli immanicati in osso il primo, e in bronzo il secondo; nella seconda foto, manici di osso.

varivs ferra11s
varivs ferra12s
(Cortesia Musée Cantonal d'Archéologie et d'Histoire - Lausanne-CH)

Coltelli da Arae Flaviae (Rottweil-Germania), rinvenuti in un contesto militare;
il primo e il terzo, potrebbero essere stati destinati ad un uso domestico.
varivs ferra13s
(Cortesia Dominikanermuseum - Rottweil–D)

Coltello o rasoio (come da didascalia del museo) da Aventicum (Avenches-Svizzera).
varivs ferra14s
(Cortesia Musée Romain Avenches-CH)


Coltelli databili al III-IV secolo d.C. da Aeni Pons (Innsbruck-Austria).
Il reperto in alto nella foto, mancante delle guancette del manico, ci
permette di visionare in modo preciso i ribattini di tenuta.
varivs ferra15s
(Cortesia Tiroler Landesmuseen - Innsbruck-A)

Esemplare con guancette in osso decorate in maniera particolarmente ricca;
databile al II-IV secolo d.C.
varivs ferra16s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers - Munich-D)

Nella prima foto, coltello con manico di bronzo conformato ad ariete,
nella seconda manico di bronzo a forma di zampa animale;
da Augusta Vindelicorum (Augst-Germania).
varivs ferra17s
varivs ferra18s
(Cortesia Römisches Museum Augsburg-D)

Manico di coltello di bronzo a protome di cinghiale.
Databile al III-IV secolo d.C.
varivs ferra19s
(Cortesia www.cngcoins.com)

Databile al 225 d.C. questo coltello a lama ripiegabile e manico
di legno, da Innsbruck (Austria).
varivs ferra20s
(Cortesia Tiroler Landesmuseen - Innsbruck-A)

Coltello con lama ripiegabile, con manico in osso a forma di leone, ben dettagliato.
varivs ferra21s

Coltelli o rasoi in metallo da Vindonissa (Brugg-Svizzera).
varivs ferra22s
(Cortesia Vindonissa Museum - Brugg-CH)

Rasoio a mezzaluna, di ferro, databile al I secolo a.C..I secolo d.C.,
forse di produzione celto-romana; lunghezza cm 13,5.
varivs ferra23s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers - Munich-D)

Manici di rasoio a "paletta"; questi rasoio, prodotti per un lungo lasso di tempo
(ipoteticamente dal I al IV secolo d.C.), si caratterizzano tutti per il
manico a "Y" rovesciata e conformato a protome animale; le lame spesso risultano fortemente danneggiate o addirittura assenti, a causa della ruggine.

Dal forte romano di Aquincum (Budapest), con testa a forma di grifone.
varivs ferra24s
(Cortesia Aquincum Museum - Budapest-H)

Altri due manici di rasoio con testa di grifone; dalla base militare di Vindolanda
(Chesterholm-Inghilterra) e da Augusta Vindelicorum (Augst-Germania).

varivs ferra25s
(Cortesia Vindolanda Roman Army Museum - Chesterholm-GB)

varivs ferra26s
(Cortesia Römisches Museum Augsburg-D)

Manici conformati a protome di leopardo e di grifone.
varivs ferra27s
(Collezione privata)

varivs ferra28s
(Cortesia Hermann Historica, International Auctioneers - Munich-D)

Manico con grifone da Aosta o dal Passo del Piccolo San Bernardo.
varivs ferra31s
(Su concessione della Regione autonoma Valle d'Aosta - Archivi fotografici
Soprintendenza per i beni e le attività culturali. Foto p. Fioravanti)

Manici con protomi di difficile interpretazione (forse una pantera e un leone)
dal forte di Kastell Dambach e dal forte di Saalburg (Germania).
varivs ferra29s
(Cortesia Archäologische Staatssammlung München - München-D)

varivs ferra30s
(Cortesia Römerkastell Saalburg-D)


Copyright © 2005-2018. Estrela s.a.s. - All Rights Reserved.

Usiamo i cookie per migliorare il nostro sito web e la tua esperienza di utilizzo. I cookie necessari per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati. Per saperne di più riguardo ai cookies che utilizziamo e capire come cancellarli, consulta la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information