HISTORIA MILITARIS ROMAE    

LEGIO I IOVIA (SCYTHICA)

Dedicata a Giove (che si presume fosse anche il suo simbolo), questa legione è stata reclutata dall'imperatore Diocleziano (284-305), tra gli anni 285 e 293 (probabilmente nel 290), con elementi provenienti dall'Illiria. Il suo nome è probabilmente da mettere in relazione al soprannome di Iovius, adottato dall'imperatore nel 286. La LEGIO I IOVIA era dotata di un secondo appellativo: SCYTHICA, dal nome della nuova provincia di Scythia (ex Moesia Inferior), dove il reparto é di base. La prima base della nuova legione potrebbe essere stata a Troesmis, nel vecchio accampamento della LEGIO V MACEDONICA (che lo aveva abbandonato nel 166), per poi scambiarsi di base all'inizio del IV secolo con la LEGIO II HERCULIA, e spostandosi dunque a Noviodunum (nella medesima provincia), ma non si esclude che LEGIO I IOVIA fosse di base a Noviodunum fin dalla sua creazione.
Dalla sua fondazione la LEGIO I IOVIA mantiene una sua vessillazione a Aegyssus (comandata in qualche tempo da un tal Decius) e poco dopo la sua fondazione partecipa ad una campagna contro i Sarmati in Pannonia (293). All'inizio del IV secolo, la legione si trova sul delta del Danubio, a Salsovia (sempre in Scythia).
Da un contingente della LEGIO I IOVIA viene creata la LEGIO IOVIANI (inizi IV secolo?); nel 324 la LEGIO I IOVIA partecipa, insieme ad altre legioni della Moesia e della di Scythia, alla guerra civile che contrappone gli imperatori Costantino I e Licino, agli ordini del primo (guerra che faciliterà le incursioni dei Goti attraverso il Danubio lasciato sguarnito).
Nel 369 è probabile che la LEGIO I IOVIA partecipi alla campagna di Valente contro i Gretungi in Scythia: l'offensiva delle truppe romane parte infatti proprio da Noviodunum, sede della legione, con un ponte di barche che attraversa il Danubio. All'inizio del V secolo, la LEGIO I IOVIA è sempre di stanza in Scythia, a disposizione del Dux Scythiae (esercito d'Oriente), con la qualifica di legione Ripensis, nelle basi occupate fin dai tempi di Costantino I (o secondo alcuni dai tempi di Costanzo II) (Noviodunum, Acciso, Plateypegiis e Dinogetia). Nella base di Noviodunum, é presente nel IV-V secolo, anche una unità ausiliaria, denominata milites Primi Constantini e una piccola base navale. Nel 369 un reparto di Primani in Scythia è comandato dal tribuno Marcianus; è probabile che si tratti della LEGIO I IOVIA e non di altre legioni denominate PRIMANI. In un momento tra il 434 e il 441 l'accampamento della LEGIO I IOVIA a Noviodunum, è oggetto di una incursione da parte della tribù scita dei Rubii.

Copyright © 2005-2020. Estrela Fiere - All Rights Reserved.

Usiamo i cookie per migliorare il nostro sito web e la tua esperienza di utilizzo. I cookie necessari per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati. Per saperne di più riguardo ai cookies che utilizziamo e capire come cancellarli, consulta la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information