HISTORIA MILITARIS ROMAE    

DONA SUPRA NUMMOS

Nella sterminata produzione numismatica romana una parte numericamente interessante riguarda l'argomento militare; la moneta talvolta costituisce, al pari di documenti lapidei e steli, l'unica testimonianza tramandataci, sia pure se schematizzata nel ristretto campo metallico a disposizione.
Di seguito alcune rare monete (nummi) raffiguranti dona militari.

L. Torquatus (Roma - 65 a.C. - denario).
Ritratto della Sibilla; al retro un 
tripode circondato da un torque e la scritta L TORQVAT III VIR.
Il retro si riferisce ad un episodio del 361 a.C. che vide protagonista T. Manlius (antenato del magistrato) che, vinto in duello un celta, rivendicò il torque che lo sconfitto
portava al collo e ricevette l'agnomen di famiglia (Torquatus) .
dona supra nummos01s

L. Roscius Fabatus
(Roma - 64 a.C. - denario).
Testa di Giunone Sospita, dietro la cui testa parrebbe esserci una serie di phalerae
raffigurate come venivano portate sul petto; al retro ragazza con serpente e al scritta FABATI.
dona supra nummos02s

F. Cornelius Sulla
(Roma - 56 a.C. - denario).
Testa di Ercole con testa di leone; al retro 
una corona civica aurea sopra un globo,
tre corone (a ricordare i tre trionfi di Pompeo di cui il magistrato era il genero),
spiga di grano e alpustre.
dona supra nummos03s

C. Numonius Vaala (Roma - 41 a.C. - denario).
Ritratto a capo scoperto di un antenato del magistrato e scritta C NVMONIVS VAALA;
al retro 
un soldato assalta un campo nemico con palizzate (vallum) difeso da due soldati, tra loro
parte di una corona (vallaris) e la scritta VAALA. Il retro si riferisce ad un episodio bellico in cui 
l'antenato del magistrato ottenne il cognomen Vaala oltre alla corona vallaris.
dona supra nummos04s

M. Arrius Secundus - (Roma - 41 a.C. - aureo e denario).
Busto della Fortuna e la scritta M. ARRIVS SECVNDVS; al retro 
una corona civica, una hasta pura e una
panoplia di phalerae montate sulla classica struttura a strisce di cuoio. Sul denario, al retro, testa di Quintus Arrius
(somigliante ad Augusto). I dona riportati sulle moneta, fanno riferimento alla vittoria riportata da Quintus Arrius
(avo del magistrato monetario in questione) contro Crixo, luogotenente di Spartaco, nel 72 a.C.

dona supra nummos05s
dona supra nummos06s

Ottaviano Augusto (Gaius Iulius Caesar Octavianus Augustus Imperator Caesar Divi filius) -
(Asia, Pergamon? - 25 a.C. - dupondio). 

Testa di Augusto e scritta AVGVSTVS; al retro una corona navalis o rostrata e all'interno scritta CA.
dona supra nummos09s


Cossus Cornelius Lentulus - (Roma - 12 d.C. - denario).
Ritratto dell'imperatore e la scritta COS XI AVGVSTVS;
al retro ritratto di 
Marco Agrippa con una corona combinata navale e murale e la scritta 
M AGRIPPA COS TER COSSVS LENTVLVS.
dona supra nummos07s

Augusto (27 a.C.-14 d.C.) - (Gallia, Nemausus - 10-14 d.C).
Ritratti di Marco Agrippa 
(con corona navalis e d'alloro) e Augusto (con corona di fronde di quercia)
e scritta IMP PP [DIVIF]; 
al retro coccodrillo incatenato, palma, fronde e ghirlanda e scritta COL NEM.
dona supra nummos08s

Augusto (Gaius Iulius Caesar Octavianus Augustus) (Cyprus, Paphus - 27 a.C.-14 d.C. - denario).
Testa 
dell'imperatore e scritta AVGVST VS; al retro una corona navalis o rostrata.
dona supra nummos10s

Augusto (Gaius Iulius Caesar Octavianus Augustus) – (Hispania, Colonia Patricia? - 18 a.C. - denario).
Test dell'imperatore e scritta CAESAR AVGVSTVS; al retro una corona civica (in fronde di quercia)
e la scritta OB CIVIS SERVATI e, all'interno della corona, lo scudo (clipeus virtutis) e scritta SPQR CLV.

dona supra nummos12s

Augusto (Gaius Iulius Caesar Octavianus Augustus) – (Hispania, Colonia Patricia? - 18 a.C. - denario).
Aquila legionaria, toga picta su tunica palmata, corona triumphalis e scritta S P Q R PAR[ENT] CONS SVO;
al retro quadriga trainata da quattro cavalli, ornata da Vittorie, sormontata da quattro cavalli in miniatura
e scritta CAESARI AVGVS[TO]; q
uesti oggetti abbigliavano 
l'imperatore durante le sfilate trionfali.
dona supra nummos11s

Caligola (Gaius Iulius Caesar Augustus Germanicus) – (Roma - 37-41 d.C. - asse).
Ritratto del comandante Marcus Vipsanius Agrippa (nonno materno dell'imperatore),
decorato di corona rostrata e scritta M AGRIPPA L F COS III; al retro Nettuno e scritta SC.dona supra nummos13s

Caligola (Gaius Iulius Caesar Augustus Germanicus) – (Roma - 37-38 d.C. - sesterzio).
Testa laureata dell'imperatore e scritta
 C CAESAR AVG GERMANICVS PON M TR POT T.;
al retro corona civica e scritta S P Q R P P OB CIVES SERVATOS,
in onore del principe per aver ristabilito o mantenuto la pace nell'impero.
Moneta prodotta sotto altri imperatori.

dona supra nummos14s

Claudio (Tiberius Claudius Caesar Augustus Germanicus) – (Roma - 50-54 d.C. - sesterzio).
Testa laureata dell'imperatore; al retro la corona civica in fronde
di quercia, contornante la scritta EX SC P P OB CIVES SERVATOS.
dona supra nummos15s

Vespasiano (Titus Flavius Vespasianus) - (Roma - 71 d.C. - sesterzio).
Ritratto dell'imperatore laureato e scritta IMP CAES VESPASIAN AVG P M TR P P P COS III;
al retro la corona civica e la scritta SPQR OB CIVES SERVATOS.
dona supra nummos16s


Copyright © 2005-2021. Estrela Fiere - All Rights Reserved.

Usiamo i cookie per migliorare il nostro sito web e la tua esperienza di utilizzo. I cookie necessari per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati. Per saperne di più riguardo ai cookies che utilizziamo e capire come cancellarli, consulta la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information