HISTORIA MILITARIS ROMAE    

LEGIO IOVIANI SENIORES

Legione fondata nei primi mesi del 365 (secondo altri giugno 364), a seguito della divisione dell'esercito tra Valentiniano I (impero d'Occidente) e Valente (impero d'Oriente) avvenuta nel marzo 364 a Mediana-Naissus (Moesia I), dalla suddivisione della LEGIO IOVIANI (legione già a disposizione dell'imperatore), in quel momento di stanza in Oriente.
La LEGIO IOVIANI dà vita a due distinte unità: la LEGIO IOVIANI SENIORES e la LEGIO IOVIANI IUNIORES.
La LEGIO IOVIANI SENIORES diventa di pertinenza dell'esercito d'Occidente agli ordini di Valentiniano, Augusto Senior, da cui appunto il nome della nuova unità.
La LEGIO IOVIANI SENIORES, classificata nella categoria delle legioni palatinae, partecipa alle operazioni contro i Germani in Germania I nel 368, passando poi in Britannia, per contrastare, agli ordini del Comes Flavius Theodosius, le incursioni di Picti e Scoti che avevano oltrepassato il Vallo di Adriano. Tornata in Germania, forse nel 372, comandata dal tribuno Sallustius. Ed è proprio durante questa permanenza in Germania che lo stesso Sallustius, insieme ad un altro ufficiale di nome Claudius, sono accusati da Valentiniano I di aver visto di buon occhio, sette anni prima (sic!), l'autoproclamazione a imperatore dell'usurpatore Procopio (Comes rei militaris M. Aurelius Procopius) contro Valente, e per questo entrambi giustiziati.
Nel 388 la LEGIO IOVIANI SENIORES combatte sul Reno, in Germania II contro i Franchi, in una spedizione in cui troverà la morte il tribuno della legione, Heraclius; nell'autunno di quell'anno il reparto era agli ordini del generale Arbogaste (Magister Militum Arbogastes).
Nel 394 la LEGIO IOVIANI SENIORES si trova in Italia, a Concordia (Venetia et Histria); è praticamente certo che questa legione sia quella dei soldati Ioviani che combattono a il 5 e 6 settembre 394 alla battaglia del Frigidus (tra le altre contro la legione gemella degli IOVIANI IUNIORES) agli ordini dell'usurpatore Flavio Eugenio (insediato quale imperatore dal generale Arbogaste), che viene sconfitto. A seguito di questa sconfitta, l'imperatore (cristiano) Teodosio I sopprime definitivamente l'insegna di Giove (precedentemente soppressa a causa della cristianizzazione dell'esercito, e poi reintegrata da Arbogaste). Nel novembre del 397, la LEGIO IOVIANI SENIORES si trova in Italia, a Pisa, da dove, all'inizio del 398, parte alla volta dell'Africa, inviata dal Magister Militum Flavius Stillicho per reprimere la sollevazione del Comes
romano-berbero Gildo. Repressa la sollevazione, la LEGIO IOVIANI SENIORES ritorna in Italia, probabilmente al nord, dove si trova ancora all'inizio del V secolo.

Copyright © 2005-2020. Estrela Fiere - All Rights Reserved.

Usiamo i cookie per migliorare il nostro sito web e la tua esperienza di utilizzo. I cookie necessari per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati. Per saperne di più riguardo ai cookies che utilizziamo e capire come cancellarli, consulta la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information